Taranta Love: Marea in Concerto e Workshop di Canto salentino

Sabato 18 Gennaio il Circolo Arci Pianeta Sonoro (Pigneto) ospita il terzo appuntamento della rassegna dedicata alla musica e alle tradizione del Salento.
Due voci simbolo di questa terra: Enza Pagliara e Dario Muci in concerto con il loro nuovo progetto “Marea” . Nel pomeriggio, dalle 18:30 alle 20:30 due ore intensive di laboratorio “Il Corpo che Canta” Canto salentino con Dario Muci. La Prenotazione è Obbligatoria.

Ingresso con Tessera Arci 2019/2020 + Contributo associativo €10
Non sei socio Arci o devi rinnovare la tua tessera?
Fallo qui: https://portale.arci.it/preadesione/pianetasonoro/
Per maggiori INFO contattare:
infopianetasonoro@gmail.com
389 5652758 (anche WhatsApp)
http://www.pianetasonoro.it/

MAREA:
Enza Pagliara e Dario Muci, due tra le voci più intense del Tacco d’Italia da lungo tempo protagonisti di percorsi artistici di alto profilo, ripropongono canti dimenticati, raccolti da loro stessi dalla voce viva dei cantori del Salento. Li incarnano e li impastano coi tempi e le storie che vivono, svelando la vitalità del passato sullo sfondo del presente. Un repertorio di canti tradizionali per voci, tamburelli e chitarra che unisce la ricerca alla riproposta, il femminile al maschile. Se Enza Pagliara con dischi come “Frunte de luna” e “Bona Crianza” si è segnalata come una delle più intense interpreti della vocalità al femminile, Dario Muci con il progetto “Barberìa e canti del Salento” ha gettato nuova luce sul repertorio dei musicisti barbieri, donando nuova vita ad un corpus di canti e musiche per lungo tempo finite nell’oblio. Il nuovo progetto “MARÈA” nasce dalla comune esigenza di rileggere uno straordinario corpus di canti appresi dalla voce degli anziani cantori salentini, mescolandoli a composizioni nuove ispirate alla realtà che li circonda, dando vita ad un incontro tra passato e presente. Tra canti alla stisa interpretati a due voci come l’intensa “Canto alla Spiga” e struggenti canti d’amore come “Luce de l’occhi” si compone un affresco sonoro di rara bellezza e fascino nel quale perdersi lasciandosi affascinare, ora dai chiaroscuri, ora dagli incanti, ora ancora dalla potenza espressiva del canto della terra. Ricerca, riproposta e tradizione in movimento sono gli ingredienti di un’esperienza musicale da vivere con la stessa passione che Enza Pagliara e Dario Muci mettono nella loro musica.

Fonte : Roma Today