Justin Bieber rivela: “Sono malato”

Justin Bieber ha la malattia di Lyme. Lo ha rivelato la stessa popstar su Instagram, dove ha condiviso un articolo di TMZ che aveva preannunciato la notizia.

“Molte persone – scrive il cantante 25enne su Instagram – dicevano che avevo un aspetto orribile, che mi facevo di metanfetamine ecc., ma non hanno capito che di recente mi è stata diagnosticata la malattia di Lyme, oltre che una seria mononucleosi cronica che ha colpito la mia pelle, le mie funzioni cerebrali, la mia energia e la mia salute in generale”. L’artista ha aggiunto di aver “passato due anni difficili” a causa della malattia infettiva di origine batterica. “Queste cose – ha proseguito – saranno spiegate ulteriormente in una serie di documentari che metterò su YouTube a breve”. “Potrete apprendere tutto quello che sto combattendo e superando. Sono stati due anni difficili ma sto avendo il giusto trattamento che aiuterà a curare questa malattia finora incurabile”, ha scritto Bieber, promettendo ai suoi 124 milioni di follower che “tornerà e più in forma di prima”.

Che cos’è la malattia di Lyme

Prima del cantante 25enne la malattia di Lyme ha tormentato anche altre star, dalla conduttrice tv di casa nostra Victoria Cabello alla modella Bella Hadid, fino a un’altra cantante, Avril Lavigne. Anche loro, come la popstar canadese, hanno raccontato pubblicamente il calvario vissuto con la malattia di Lyme. Nota anche come borreliosi di Lyme, un nome che è quello della città americana in cui venne descritto il primo caso nel 1975, questa malattia viene trasmessa dalla puntura di zecche infettate da un gruppo specifico di batteri (l’agente patogeno è la Borrelia). E, come riporta EpiCentro, portale dell’epidemiologia curato dall’Istituto superiore di sanità (Iss), è oggi la più diffusa e rilevante patologia trasmessa da vettore con diffusione nelle zone geografiche temperate. Seconda, per numero di casi, solo alla malaria fra le malattie che richiedono un vettore artropode per la diffusione,

L’infezione colpisce pelle, articolazioni, sistema nervoso e organi interni. Può manifestarsi con sintomi gravi, persistenti e, se non viene curata, diventa cronica. Il principale problema è che diagnosticarla è molto complesso. Innanzitutto perché i primi sintomi della malattia sono intermittenti e mutevoli. E gli esami di laboratorio non sono sempre in grado di confermare o escludere in modo definitivo la malattia.

Fonte : Today