Il figlio è morto da 9 mesi, la madre veglia il corpo e continua a prendere la pensione

Per circa nove mesi ha vegliato sul figlio di 50 anni, deceduto per cause naturali da nove mesi, continuando a ritirare la sua pensione da 900 euro ogni mese. Dopo essere stata scoperta, una donna di 73 anni  è stata quindi denunciata dalla Squadra Mobile di Treviso, a conclusione delle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica. La vicenda risale allo scorso maggio, quando l’altra figlia della donna, che vive a Milano, non riuscendo a mettersi in contatto con la famiglia e preoccupata per lo stato di salute del fratello, disabile grave, decide di contattare la Polizia e di partire da Milano. Davanti alla porta di casa, insieme agli agenti della Polizia, la figlia fatica a farsi aprire la porta dalla madre. 

Alla fine, dopo vari tentativi, entra e insieme agli agenti, si trova di fronte una scena agghiacciante: il corpo mummificato del fratello a letto, che poi gli accertamenti medici rivelano deceduto per cause naturali ben nove mesi prima. Nella casa un gran disordine, immondizia ed escrementi ovunque. Le indagini degli investigatori della Squadra Mobile scoprono come in tutto questo tempo però la madre abbia ritirato regolarmente all’ufficio postale la pensione del figlio, e per questo l’anziana è stata denunciata per truffa allo Stato e occultamento di cadavere.

Fonte : Today