Il M5s si sgretola, a rischio anche il municipio XII: dopo l’addio di un’altra consigliera sorti in mano al gruppo Misto

Il municipio XII di Roma, a guida M5s, rischia di saltare, appeso a un solo voto per mantenere la maggioranza in aula. Dopo l’addio del consigliere Massimiliano Quaresima, passato al Gruppo Misto, lascia i pentastellati anche Patrizia Di Luigi, presidente della commissione speciale Malagrotta. Manco a dirlo, la scelta è conseguenza della polemica più che aperta con la sindaca Raggi per l’indicazione di Monte Carnevale come sito dove realizzare la nuova discarica. 

“In questi giorni sono rimasta in silenzio perché senza parole – ha scritto in un lungo post su Facebook – non ho rilasciato interviste né scritto post su FB. Non è stato facile prendere questa decisione”. Perché la fede nel Movimento Cinque Stelle non è venuta meno, ma la decisione che investe il territorio della Valle Galeria, il suo territorio, “non è accettabile”. Di Luigi è nata e cresciuta a due passi da Malagrotta. “Il 31 dicembre scorso – precisa poi senza mandarle a dire – la sindaca ha deciso di scrivere la pagina più triste del proprio mandato in barba al suo programma e alle linee programmatiche dei municipi XII e XI. I cittadini di Roma e della Valle Galeria attendevano invece un cambiamento dopo aver vissuto per decenni accanto alle mostruosità impiantistiche di Malnome, Pantano di Grano e Malagrotta che hanno devastato l’intero territorio e messo a rischio la propria salute”.

Un passo indietro che è “un atto di coerenza” prima di tutto. Tanto che Di Luigi non esclude un eventuale rientro in caso di dietrofront da parte del Campidoglio sulla scelta della discarica. “Informo – aggiunge – che per il momento continuerò a supportare la maggioranza del Municipio XII in coerenza con le linee programmatiche che respingono la realizzazione di impianti di trattamento e smaltimento nel territorio esausto della Valle Galeria”. Linee programmatiche ribadite ieri durante un più che animato Consiglio straordinario andato in scena in via Fabiola che ha partorito un atto votato all’unanimità per chiedere alla Raggi un dietrofront. 

Per il momento quindi la maggioranza dovrebbe reggere, ma basta un malumore qualunque – e nel municipio XII in questi anni non sono certo mancati – per mandare tutto all’aria e far saltare il quarto municipio grillino (dopo III, VIII, XI) in tre anni. I consiglieri M5s rimasti sono 13, contro 12 all’opposizione. L’ago della bilancia? Il gruppo Misto guidato da Francesca Benevento, ex pentastellata infuriata contro i suoi ex compagni di lotte. La dissidente parlò di “bullismo e mobbing” a suo danno. E oggi scherzando, ma non troppo, in una chat, fa notare di avere il coltello dalla parte del manico: “Ora trattate bene i miei, se non volete cadere”
 

Fonte : Roma Today