I 10 giochi da tavolo più attesi del 2020

Gli appassionati di giochi da tavolo e RPG fantasy italiani hanno atteso a lungo questo momento: poter mettere le mani su una versione completamente tradotta di Gloomhaven, l’opera magna di Isaac Childres. Una scatola da più di 10 kg piena zeppa di componenti per intavolare una campagna in stile legacy tra le terre di un mondo fantastico. Tra gestione delle abilità, dungeon crawling, e un sistema di combattimento basato su carte che è un puzzle a tempo per sconfiggere gli avversari. Un giocone in grado di tenere impegnati per tutto il 2020, con un prezzo pari all’impegno richiesto. Arriverà a febbraio grazie ad Asmodee Italia (1-4 giocatori, 60-120 minuti, 159,99 euro) Tra i giochi da tavolo più attesi del 2020 spicca sicuramente l’edizione italiana di Tainted Grail, il blockbuster nato su Kickstarter dall’editore cult Awaken Realms. Si tratta di un gioco cooperativo di esplorazione e avventure ambientato in un’Inghilterra di Re Artù caduta in preda all’oscurità. La componente esplorativa funziona come un incrocio tra The 7th Continent e un libro-game, con tessere da svelare e decisioni da prendere; mentre gli avversari si possono affrontare con il combattimento o la diplomazia attraverso un meccanismo di combo basate su carte (Giochi Uniti, 1-4 giocatori, 60-120 minuti) Spirit Island è stato un Kickstarter lanciato nel 2017. Una volta consegnato ai backer, si è rivelato essere un gioco dalle meccaniche solide come un motore tedesco. Si basa su un meccanismo cooperativo alla Pandemic: nei panni di spiriti protettori di un’isola incontaminata, bisogna proteggere i nativi dall’invasione di una flotta di spietati coloni. Ottima la diversificazione dei poteri dei giocatori, che inizialmente sono piuttosto deboli e poi si tramutano in spiriti da incubo in grado di scatenare le forze della natura per schiacciare, annegare e terrorizzare gli invasori. Uscirà in Italia nel primo trimestre del 2020, portato da Ghenos Games (1-4 giocatori, 90-120 min) King of Tokyo è un gioco e adatto a tutti: veloce, immediato, permette di vestire i panni dei classici Kaiju, i gigamostri che regolarmente minacciano il Giappone e che questa volta si contendono il predominio assoluto sulla città di Tokyo. La versione standard è stata un successo immediato ed è per questo che vale la pena attendere con ansia la nuova edizione “dark”, caratterizzata da una grafica a tinte cupe deliziosamente distruttiva. La nuova versione includerà anche un nuovo meccanismo per devastare Tokyo, rendendola adatta anche ai giocatori esperti. L’edizione italiana arriverà presto nel 2020 per la linea DarkCalamaro dell’editore ManCalamaro (2-6 giocatori, 30 minuti) Un’altra interpretazione del genere di misteri paranormali reso popolare da Mysterium. La premessa è la stessa: un gruppo di medium deve farsi guidare da un fantasma (muto) per risolvere un crimine e scoprire il colpevole. Lo spettro, qui, ha però a disposizione una serie di strumenti per aiutare gli altri giocatori: carte dei tarocchi, una tavoletta Ouija, delle corde con cui tracciare simboli sul tavolo, e persino la possibilità di guidare la mano di un medium mentre disegna su un foglio (Cranio Creations, 2-6 giocatori, 30-50 min) Gli studenti di Rocca Civetta devono sostenere un esame davvero particolare: avventurarsi tra i dungeon delle terre selvagge per scrivere una tesi sulle creature fantastiche che le popolano. Chi fa il lavoro migliore, potrebbe aggiudicarsi l’ambita cattedra di Dungeonologia! Un gioco che unisce esplorazione e strategia, in cui l’obiettivo non è uccidere i mostri ma studiarli di nascosto e, possibilmente, imbrogliare gli altri giocatori pur di aggiudicarsi il titolo di nuovo Professore. In arrivo ad aprile per Pendragon (2-4 giocatori, 60-100 min) Nuova interpretazione del genere “roll and write”, in cui si tirano dadi e si prende nota dei risultati per conseguire obiettivi nell’arco di una partita. In questo caso, ogni giocatore ha a disposizione una plancia che rappresenta un firmamento con stelle di vari colori e forme. Ad ogni turno, tutti i giocatori dovranno tracciare delle linee per formare delle costellazioni, in modo da disegnare una tra cinque forme indicate su una carta. Non si può però procedere come si vuole, ma bisogna unire solo le stelle indicate da un lancio di dadi speciali. Alla fine, vincerà il giocatore che riuscirà a far indovinare agli altri quale tra le 5 figure ha cercato di disegnare. Un party game veloce per 2-6 giocatori (Gate On Games, 20 minuti) Passiamo ora ai futuri lanci tramite Kickstarter, con il titolo finale nella trilogia di strategici “area control” del leggendario designer Erik M. Lang, dopo Blood Rage e Rising Sun. Solo per questo, meriterebbe di essere tenuto d’occhio. Aggiungiamoci la solita vagonata di miniature di alta qualità targate Cmon, e si preannuncia un altro Kickstarter multimilionario. I giocatori interpretano divinità nell’antico Egitto, in lotta per la sopravvivenza dinanzi all’avanzata delle religioni monoteiste. Chi rimarrà come unico e solo dio d’Egitto? In arrivo probabilmente nel primo trimestre 2020, ovviamente su Kickstarter The 7th Continent è stato uno dei maggiori successi di Kickstarter, un gioco enorme, che sarebbe stato impossibile lanciare attraverso un sistema distributivo tradizionale. The 7th Citadel è il suo seguito spirituale: abbandona l’ambientazione in stile esploratori anni ’50 per un fantasy atipico con tanto di classi e ruoli per ogni personaggio. In arrivo su Kickstarter tra maggio e settembre 2020 (Serious Pulp, 1-4 giocatori) Conan il barbaro torna a imperversare su Kickstarter dal 13 gennaio con una campagna che aggiorna la prima edizione e ricompensa i vecchi backer con un sistema di sconti. Un gioco di miniature a scenari, in cui un giocatore impersona un esercito di briganti, stregoni, mostri e non-morti, e gli altri vestono invece i panni del Cimmero e dei suoi alleati. Per gli appassionati del fantasy e dei giochi di miniature (Monolith Games, 2-5 giocatori, 90-120 min)

Fonte : Wired