Roma sommersa dai rifiuti, ancora cassonetti incendiati: la mappa dei roghi della notte

Dalla periferia alle zone centrali, cambia il quadrante della città ma non muta l’emergenza. Dopo le decine di incendi di cassonetti dei rifiuti appiccati fra la notte ed il giorno dell’Epifania ancora rifiuti in fiamme nella Capitale. Sono infatti 11 gli interventi del comando provinciale dei vigili del fuoco di Roma per altrettanti roghi dei contenitori e soprattutto dei rifiuti non raccolti in alcune aree di Roma nella sola giornata del 7 gennaio. 

Via Gregorio XI all’Aurelio, viale Liegi e piazza Ungheria in zona Parioli-Salario, ma anche via Carlo Livi a Monte Mario, via Città di Cascia al Fleming, via Ciappi al Portuense e via di Tor Sapienza nell’omonino quartiere della periferia sud est della Capitale, queste alcune delle strade dove sono intervenuti i pompieri per domare le fiamme che hanno riguardato i rifiuti ed i cassonetti Ama dei rifiuti. 

Incendi in diversi quadranti dell’Urbe che potrebbero indicare mani diverse, ma che hanno in comune una raccolta dei rifiuti a rilento con la spazzatura che in molte strade rende impossibile anche i passaggi sui marciapiedi.

Seppure non accertata, la pista dolosa degli incendi sembra la più accreditata, con gli inquirenti che proseguono gli accertamenti per comprendere se ci sia un’unica regia o se i roghi siano slegati fra loro e accomunati dall’esasperazione dei romani, tramutata in alcuni casi in vandali che continuano a bruciare rifiuti in città. 

Fonte : Roma Today