Ragazze morte in Corso Francia, Pietro Genovese ricorre al Riesame

Ricorre al Riesame Pietro Genovese, il 20enne agli arresti domiciliari dal 26 dicembre scorso con l’accusa di duplice omicidio stradale per aver investito e ucciso due sedicenni, Gaia Von Freymann e Camilla Romagnoli, la notte del 22 dicembre in Corso Francia.

Gli avvocati Franco Coppi e Gianluca Tognozzi hanno presentato l’istanza al Tribunale del Riesame per chiedere l’attenuazione della misura, o la cancellazione della stessa.

L’istanza al Tribunale del Riesame, secondo i legali, sarà finalizzata esclusivamente a fissare un’udienza per il deposito degli atti, “senza richieste particolari”.

Genovese la scorsa settimana era comparso davanti al giudice per le indagini preliminari per l’interrogatorio di garanzia, in cui ha ribadito di essere “passato col semaforo verde” e di non aver visto le due ragazze, “sbucate all’improvviso”.  

Corso Francia, attraversamenti folli e selfie nel vuoto 

Nel frattempo ieri, giorno della ripresa delle lezioni a scuola nel liceo De Sanctis, alunni e docenti hanno ricordato Gaia e Camilla con un minuto di silenzio.

“Avevamo organizzato la notte bianca del Liceo per il giorno 17 gennaio. Vogliamo fare un’altra cosa: una fiaccolata che da Ponte Milvio arriverà fino a corso Francia dove Gaia e Camilla sono state investite”, fanno sapere gli studenti.

Fonte : Roma Today