Donnavventura e la bellezza di Abu Dhabi, la città tra le dune di sabbia

Le inviate ci fanno da guida tra i grattacieli e i punti più interessanti di un luogo straordinario

I grandi deserti contribuiscono a creare la magia che caratterizza questo Paese. Celeberrimo è il Rub’ al Khali, che significa letteralmente “il quarto vuoto”, il secondo deserto di sabbia più esteso del mondo che inizia dall’Africa e arriva fino allo Yemen. Vi sono almeno otto forti dislocati nel deserto e tra questi il gioiello di architettura militare è il forte di Al Jahili che fu costruito nel 1890 circa per difendersi dagli attacchi delle zone circostanti, data la sua posizione nei pressi del confine. 

Dalle fortezze del deserto, torniamo però ai palazzi più moderni. Spicca la National Bank of Abu Dhabi con le sue due caratteristiche torri a sezione piramidale. 
Famose sono le Pineapple Tower, il cui tratto distintivo sono i moduli a forma di ombrello che si aprono a seconda del sole. 
È proprio ad Abu Dhabi che si trova l’Emirates Palace, un sette stelle da capogiro affacciato sulle rive del golfo persico. Imponente nelle dimensioni, è una celebrazione della bellezza della cultura araba. 

Un’esperienza unica è la navigazione lungo il Creek. È galleggiando su queste acque che ci si avvicina alla tradizione dei pescatori di perle, la loro è un’attività antica e tradizionale, perché Abu Dhabi conserva sempre un attaccamento alla propria storia.

Il cuore della città, nonché opera tra le più pregevoli e di spicco della capitale emiratina, è la Gran Moschea dello Sceicco Zayed. Si tratta di un capolavoro architettonico realizzato su un progetto di ispirazione marocchina, che ha visto la sua nascita intorno ai primi anni ’90. La moschea colpisce sia per la sua eleganza, sia per la sua imponenza e per le dimensioni, basti pensare che può ospitare fino a 41.000 fedeli. 

Abu Dhabi è una realtà dagli svariati volti, dove poter vivere innumerevoli esperienze. Tra queste non manca quella del safari. Sulla Sir Bani Yas Island, infatti si trova una riserva naturale che fu aperta per la prima volta nel 1990. Successivamente fu creato l’Arabian Wildlife Park dedicato all’allevamento e riabilitazione di animali indigeni della penisola araba. Qui ci si muove tra gazzelle della sabbia, di montagna, antilopi e giraffe. 

Sull’isola di Yas, invece, l’intrattenimento e l’adrenalina sono le parole d’ordine. È qui che si svolge il celebre Gran Premio di Formula Uno ed è qui che si trova il Ferrari World, il primo parco a tema targato Ferrari. Tra le altre attrazioni troviamo il Warner Bros World, un parco tematico immersivo per tutti gli amanti dei film d’animazione. 
Abu Dhabi è cosmopolita e futurista. Maestosa ed imponente. Una destinazione in grado di soddisfare e stupire anche il viaggiatore più esigente.

Fonte : TgCom