Star Wars, l’interprete di Chewbacca torna su un mancato abbraccio con Leia

Dopo essere stato lo stuntman di Peter Mayhew in Il Risveglio della Forza, Joonas Suotamo è diventato l’interprete titolare di Chewbacca nel successivo Gli Ultimi Jedi, e lo è stato anche nell’ultimo Star Wars: L’Ascesa di Skywalker. In occasione dell’uscita del film l’attore ha parlato di alcuni aspetti dell’ultima trilogia.

Nell’Episodio VII, una scena che ha fatto discutere i fan ha per protagonisti (mancati) proprio Chewbacca e la principessa Leia (Carrie Fisher). Dopo la morte di Han Solo i due sembrano ignorarsi, e Leia cerca conforto in un abbraccio con Rey (Daisy Ridley), che aveva incontrato soltanto da poco, anziché nel vecchio amico di tante avventure, che aveva combattuto al suo fianco per rovesciare l’Impero. La cosa non è passata inosservata, e in una recente intervista con The Hollywood Reporter Joonas Suotamo, che nei giorni scorsi ha diffuso un messaggio di pace su Twitter, è tornato sull’argomento.

Chewbacca ha abbracciato Leia alla fine di Gli Ultimi Jedi, ed è stato un bel momento” ha dichiarato. “Per Carrie Fisher e per me è stato un momento speciale. La storia è così grande che questi piccoli contrattempi – come li chiama qualcuno – non pesano poi così tanto quando si arriva alla fine della saga degli Skywalker. Sono solo contento di aver abbracciato Carrie in Gli Ultimi Jedi.”

Per quanto riguarda il “piccolo contrattempo” del mancato abbraccio tra i due dopo la morte di Han Solo, “la mia opinione è stata che Chewie era così preoccupato di aiutare Finn che il momento di affliggersi e abbracciare gli altri per lui arriva dopo” ha continuato Suotamo, che poi ha rivelato: “Per Il Risveglio della Forza avevamo effettivamente girato una scena speciale, una scena di consolazione per Chewbacca, che poi non è arrivata nel film o nel DVD.”

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è attualmente al cinema, mentre in Rete impazza la Ben Solo Challenge.

Fonte : Everyeye