Bari, furto al centro per bimbi autistici, dolore dei genitori: “Colpiti i nostri sogni”

“Colpire la nostra ‘Casa’ significa colpire noi genitori, colpire i nostri sogni, permettere allo sconforto di prendere il sopravvento”, è l’amarissimo messaggio diffuso nelle scorse ore dai volontari e dai genitori dei piccoli ospiti di un centro per bambini autistici di Bari preso di mira dai ladri e messo a soqquadro durante la notte tra lunedì e martedì. La notizia dell’assurdo furto nella struttura del capoluogo pugliese è stata data dalla stessa associazione che gestisce il centro dopo la scoperta in mattinata. “Solitamente su questa pagina trovate solo visi sorridenti, notizie belle, progetti meravigliosi! Bene… oggi non è così: abbiamo subito un furto nella nostra “Casa di Pandora”. Stamattina la notizia. Siamo davvero dispiaciuti” hanno scritto in un post su Facebook dall’associazione Asfa Puglia.

“Siamo quotidianamente impegnati come volontari nel raccogliere fondi per far si che il nostro centro diventi un posto meraviglioso e che aiuti i nostri figli a crescere serenamente, e tanti sacrifici sono stati vanificati da qualche ladruncolo in cerca di chissà cosa” aggiungono i volontari della organizzazione no profit nell’amaro messaggio via social, concludendo però con un segnale di speranza: “Passerà anche questa”.

L’episodio è ancora più riprovevole perché la struttura è stata inaugurata da poco, solo nel settembre scorso e i ladri per portare via pochissime cose hanno causato danni agli infissi. I malviventi infatti sarebbero entrati forzando e danneggiando la finestra di un bagno a piano terra e dopo aver rovesciato tutto a terra, hanno portato via solo una cassa per l’amplificazione e un microfono utilizzati durante gli eventi dell’associazione, una macchinetta per il caffè e giochi educativi per i bambini.

Fonte : Fanpage