Michael Jackson: riaperte le cause sui presunti abusi ai protagonisti di Leaving Neverland

La Corte d’Appello della California ha riaperto le cause legali di James Safechuck e Wade Robson, i due uomini al centro del documentario della HBO, Leaving Neverland – diretto dal regista britannico Dan Reed e presentato al Sundance – nel quale affermano di essere stati aggrediti sessualmente da Michael Jackson quand’erano ancora minorenni.

La Corte aveva valutato negativamente la richiesta, perché i querelanti avevano atteso troppo a lungo per citare in giudizio due delle società di Jackson, MJJ Productions Inc e MJJ Ventures Inc, per il loro coinvolgimento nel presunto abuso perpetrato. Inizialmente il tribunale aveva risposto picche alle accuse di Safechuck e Robson, in quanto la denuncia era stata fatta ben oltre il compimento del ventiseiesimo compleanno dei due uomini.
Una legge entrata in vigore il 1° gennaio ha tuttavia esteso a 40 anni il limite d’età per la denuncia e ha considerato di fatto valide le richieste dei due uomini.

“Siamo lieti che la Corte d’Appello abbia riconosciuto la forte protezione che la California ha nei confronti dei bambini, nonché il tempo prolungato per presentare le loro richieste. Non vediamo l’ora di provare queste affermazioni dinanzi ad una giuria. Sta arrivando il momento per la proprietà e gli avvocati di Jackson di ‘affrontare la musica’ riguardo a tutte queste bugie e false dichiarazioni che hanno fatto su Wade e James e aspettiamo con ansia quel giorno” hanno affermato gli avvocati dei due uomini.
Robson Wade e James Safechuck sono inoltre coinvolti in una causa intentata dalla Jackson Estate contro la HBO per la messa in onda del documentario Leaving Neverland. La mozione del network di archiviare il caso è stata negata a settembre.
Robson e Safechuck avevano accusato Michael Jackson di abusi sessuali che sarebbero avvenuti al Neverland Ranch e in altri luoghi.
Molti anni fa Robson e Safechuck, insieme alla giovane star Macaulay Culkin, figuravano tra i principali difensori di Michael Jackson in un processo che lo vedeva imputato di molestie sessuali nei confronti di un altro giovane. Su Everyeye potete leggere la recensione di Leaving Neverland. Nelle scorse settimane è stata diffusa la notizia che il produttore di Bohemian Rhapsody vorrebbe girare un film su Michael Jackson.

Fonte : Everyeye