San Candido e San Vigilio: capolavori scolpiti nel ghiaccio

Le due magnifiche località dell’Alto Adige ospiteranno la venticinquesima Rassegna internazionale delle sculture di neve

Dall’8 al 10 a San Vigilio e dal 13 al 15 gennaio a San Candido gli artisti si cimenteranno  ​​​​in una magica sfida all’insegna della fantasia e dell’abilità creando personaggi o scenografie con la neve e con il ghiaccio.

Capolavori nel ghiaccio – Gli attrezzi: filo spinato, seghe e palette. L’equipaggiamento: stivali di gomma, paraorecchie e guanti. Sperando nella clemenza del tempo.  Imponenti nella gelida brezza invernale, bizzarre nelle penombre della sera; così si ripresenteranno nuovamente le sculture, a dar lustro e sfoggio ai paesi ammantati di neve. Fantasiose  opere artistiche nel più freddo e originale dei materiali che vedranno la luce in occasione dell’ormai tradizionale festival delle sculture in neve di San Candido e San Vigilio.

Due paesi incantevoli – San Candido, in Alta Val Pusteria a quasi 1.200 metri di altitudine, vanta una posizione particolarmente privilegiata all’interno del Parco Naturale delle Tre Cime nelle Dolomiti dichiarate Patrimonio Naturale da parte dell’Unesco. San Vigilio, un suggestivo centro della Valle di Marebbe,  fa parte del comprensorio turistico Plan de Corones ed è immerso nel Parco Naturale Fanes. Il festival è quindi anche un’occasione per godere di paesaggi dolomitici assolutamente incantevoli e dedicarsi allo sci e a qualsiasi altro svago invernale. 

Giganteschi cubi di ghiaccio da scolpire – La formula dell’evento è tanto semplice quanto piacevole per gli spettatori: negli angoli più suggestivi di entrambe le località verranno approntati dei giganteschi cubi (3x3x3 m) di neve pressata e ghiacciata con acqua. Su questi cubi i gruppi partecipanti daranno libero sfogo alla loro creatività e fantasia realizzando sculture uniche nel loro genere. L’acqua, che grazie alle rigide temperature invernali ghiaccia in un attimo, è l’unico elemento sul quale gli artisti potranno contare per plasmare le sculture con i loro attrezzi. Le opere d’arte dovranno essere completate entro i tre giorni previsti. Dopodichè toccherà ai turisti e agli abitanti delle due località  scegliere le migliori.

Per maggiori informazioni:  www.snow-festival.com

Fonte : TgCom