Arezzo, bimbo di 4 mesi abbandonato nell’androne di un palazzo. Il padre: “L’ho dimenticato”

Un bimbo di appena quattro mesi è stato dimenticato nell’androne di un palazzo di via Po, ad Arezzo. Il piccolo giaceva nell'”ovetto” ed è stato trovato intorno alle 2 del mattino, mentre la temperatura era rigidissima, da un gruppo di ragazzi che stavano tornando a casa ed hanno sentito piangere: guardando nell’androne di un palazzo hanno visto la culla, appoggiata per terra in una zona riparata ma ben visibile dell’edificio. Al suo interno c’era un bimbo di pochi mesi. Immediatamente è stato dato l’allarme e sul posto si è precipitata un’ambulanza. Il neonato è stato ricoverato in ospedale nel reparto di pediatria: i primi accertamenti hanno stabilito che le sue condizioni sono buone.

Sul caso la polizia di Arezzo ha aperto un’indagine finalizzata all’individuazione dei genitori. Il colpo di scena è arrivato stamattina, quando un uomo si è presentato all’ospedale in evidente stato confusionale. Ai medici ha detto: “Sono il padre del bambino”. Sembra che l’uomo insieme alla compagna, di 23 anni, madre del bimbo, fossero ieri sera tornati a casa insieme dimenticando il piccolo nell’androne del palazzo. Quando si sono accorti che il figlio non era con loro sono ridiscesi a cercarlo e non lo hanno trovato. Un vicino ha spiegato loro che era intervenuta la polizia e che il bambino era stato trasportato in ospedale. Sulla vicenda, che ha ancora parecchi punti da chiarire, gli accertamenti della questura.

Fonte : Fanpage