Schianto Valle Aurina: l’automobilista voleva uccidersi dopo aver saputo dei 6 morti

È in stato di shock e avrebbe ripetuto a più riprese di volersi uccidere l’automobilista che nella notte scorsa ha causato il drammatico incidente stradale a Valle Aurina in cui sono rimaste uccise sei persone. Per questo il 27enne, dopo i controlli di rito al pronto soccorso, è stato trasferito nel reparto di psichiatria per essere tenuto sotto osservazione. Lo riporta il Corriere della Sera. L’uomo, classe 1992 e residente in zona dove lavora come operaio, avrebbe appreso della gravità dei fatti dagli inquirenti che lo hanno posto in stato di arresto con le accuse di omicidio stradale e lesioni stradali gravissime. È accusato di aver ucciso sei giovani tedeschi, tutti di età compresa fra i 22 e i 23 anni e ferito altre undici persone tra cui quattro in gravi condizioni.

Dai primi controlli il ventisettenne sarebbe risultato positivo all’alcoltest con un tasso alcolemico quattro volte superiore ai limiti di legge. Risultati che se confermati potrebbero peggiorare ulteriormente la sua situazione. Secondo quanto ricostruito da alcuni testimoni, l’uomo sopraggiungeva a grande velocità proprio mentre il gruppo di turisti stava rientrando in albergo dopo una serata trascorsa fuori. “Ho notato l’auto a folle velocità che veniva verso di noi. Ho lampeggiato per dire al guidatore di rallentare, cercando di segnalargli il pericolo, ma è stato inutile” ha raccontato l’autista dello shuttle che aveva appena riaccompagnato il gruppo di vittime.

I turisti stavano attraversando la strada per raggiungere l’ingresso della struttura ricettiva quando è venuto il dramma. Sono stati investiti in pieno e sbalzato sull’asfalto dalla vettura che si è fermata pochi metri più in la. “La scena mi è sembrato un campo di battaglia” ha raccontato uno dei primi vigili del fuoco volontari della stazione di Lutago, frazione del comune di Valle Aurina, nella provincia di Bolzano.

Fonte : Fanpage