Tàscaro -via Sìrtori 6- riapre alla Befana con i migliori spritz di Milano

Tàscaro è imperdibile per una saporita pausa pranzo fuori dagli schemi milanesi, ma nella piena tradizione veneziana. O dalle 18 in poi per la suggestiva esperienza di un bàcaro veneziano a Milano: dai cichèti, ai tàscari, ai piatti del giorno. Tutto risveglia la curiosità e sollecita il palato di chi si lascia affascinare da questo locale caldo e accogliente.

Soffice e gustoso, il baccalà mantecato con polenta gialla abbrustolita è il cichéto più richiesto da chi sa apprezzare la cucina di Tàscaro. Provatelo in abbinamento al nuovo cocktail natalizio, con  selectaperitivo e #AperitivoLeone. Speziato ed intrigante, assolutamente da non perdere!

CICHETI E TASCARI

I cichéti, tradizionalissimi, sono piccoli piatti come le sarde in saor, il baccalà mantecato, la sopressa vicentina e il formaggio Asiago, perfetti da condividere e per soddisfare il desiderio di provare qualcosa di nuovo; i Tàscari invece sono un’interpretazione del classico tramezzino veneziano, un morbido bocconcino a mezza luna che viene farcito ad esempio con moscardini in umido, lingua e salsa verde o calamari al nero.

Tante gustose idee che si rinnovano stagionalmente per un pranzo sfizioso, un aperitivo in compagnia o una cena dal sapore di casa.

Lo staff di Tàscaro si è riposato qualche giorno, ma il 6 gennaio, per festeggiare l’Epifania,  lo trovate sempre più  efficiente e pronto con uno #Spritz per brindare insieme!

Nei prossimi giorni, tutte le sere, aperitivo dalle 18 alle 21. Spritz o vino. E provate i cichèti! Da 1 euro a 3 euro!

Tàscaro è casa, è un luogo di passione, di amore e di ricordi.

“Abbraccia le mie radici, la cucina veneta, soprattutto quella veneziana, quella della mia nonna Edera, che oggi è qui con me in tutte quelle piccole edere che arredano il locale. Racconta il mio legame con la cultura ed i piaceri della tavola, parla dell’amore sconfinato che ho per mio padre e di questo progetto che avremmo voluto e dovuto realizzare insieme” ci confida Sandra Tasca.

GLI SPRITZ

Proprio come avviene in un autentico bàcaro è disponibile la variante con vino e selz, Aperol, Campari, Select e Cynar. Per chi invece ama l’amaro, il consiglio è di degustare un rinfrescante Leone, cocktail pre dinner tipico di Bassano del Grappa dalle caratteristiche molto particolari, costituito da distillato di ginepro, vino aromatizzato, aromi naturali, erbe aromatiche e zucchero, con gradazione alcolica di soli 20 gradi, che inizia a riscuotere sempre maggior successo anche fuori sede.

L’OMBRETA

Immancabile in carta un vero status symbol dell’aperitivo veneziano come l’ombreta, che in dialetto significa appunto bicchiere di vino proposto nel tipico formato da osteria che rappresenta un vero rituale di fine giornata per gli abitanti della città.

LA BEFANA

Dal 6 gennaio, un’altra sorpresa: l’aperitivo della Befana … tutto da scoprire.

 

Fonte : Affari Italiani