Il nuovo film di Star Wars sarà ambientato nel periodo dell’Alta Repubblica

Con Star Wars: The Rise of Skywalker nello specchietto retrovisore, la Disney si prepara ad addentrarsi nel futuro della saga, con le notizie sul prossimo film, in arrivo nel 2022, che dovrebbero essere svelati entro questo mese.

Secondo Making Star Wars, storicamente molto vicino alle produzioni cinematografiche e non della saga, l’annuncio della major riguarderà un setting focalizzato sull’era dell’Alta Repubblica, cronologicamente da collocare circa 400 anni prima della saga degli Skywalker.

Stando al rumor, fra i personaggi principali ci sarebbero Darth Bane e Yoda, col secondo ancora lontano dal rango di Maestro Jedi e soprattutto ben poco rugoso e avvizzito come lo conosciamo. Il piano sarebbe quello di realizzare diversi lungometraggi ambientati durante quest’epoca, tutti stand-alone ma facenti parte di un quadro generale più ampio.

Al momento non ci sono state conferme ufficiali in merito, ma vale la pena notare che un mondo completamente inedito con nuove storie da raccontare assomiglia molto a ciò che i boss della Lucasfilm avevano anticipato nel descrivere a grandi linee i prossimi passi del franchise. Kathleen Kennedy qualche settimana fa aveva dichiarato: “Ciò su cui ci siamo stati concentrati in questi ultimi cinque o sei anni è stato terminare la saga della famiglia Skywalker. Ora è il momento di iniziare a pensare a come andare avanti con qualcosa di nuovo e diverso. Penso che in questo modo avremo l’opportunità di una narrazione non più bloccata in questa struttura su tre atti, senza un numero prestabilito da perseguire. Lasceremo che sia la storia ad imporci la sua struttura.

Staremo a vedere se queste voci saranno confermate o smentite. Ricordiamo che la saga passerà anche per le mani di Kevin Feige e – forse – anche per quelle di Rian Johnson.

Fonte : Everyeye