Kulusevski, parla l’agente: “Su di lui tanti club, ma voleva solo la Juventus”

L’agente dello svedese, Stefano Sem, ha parlato in esclusiva a Radio Sportiva: “Soddisfazione massima perché va a giocare in una delle migliori squadre al mondo”. Poi sui retroscena della trattativa: “Lo volevano in tanti, ma lui ha guardato solo alla Juve”. 

Il 2020 di Dejan Kulusevski è iniziato con il botto. Il classe 2000 giocherà fino alla fine della stagione con la maglia del Parma, ma di fatto lo farà da nuovo giocatore della Juventus. I bianconeri, che lo lasceranno in prestito a D’Aversa, lo hanno infatti acquistato dall’Atalanta – a cui apparteneva il cartellino dello svedese – per 35 milioni di euro più nove di bonus. Un investimento importante per chi, prima dell’ultima partita del girone di andata, ha segnato quattro gol e servito sette assist: “La soddisfazione ovviamente è massima perché il ragazzo va a giocare in una delle migliori squadre al mondo – ha spiegato in esclusiva a Radio Sportiva Stefano Sem, suo procuratore – poi vedremo come si evolverà la situazione nei prossimi anni. Sono tutti contenti: l’Atalanta fa il trasferimento più grande della sua storia, il Parma si tiene il giocatore fino al termine della stagione, il giocatore va alla Juve e la Juventus si porta a casa un obiettivo”. Non c’erano solo i bianconeri su Kulusevski, anche se Paratici è stato evidentemente più veloce e convincente della concorrenza: “Inter beffata? Non voglio parlare di altre squadre. Sicuramente a Dejan si erano interessati in molti, in Italia e all’estero. Ma lui voleva solo la Juventus”. 

“Molto contento di restare al Parma”

Kulusevski continuerà a giocare nel Parma, appunto. La Juventus ha provato a farlo suo fin da gennaio, ma i tentativi non sono andati a buon fine: “La possibilità di trasferirsi subito teoricamente c’era, però serviva il benestare di tutti. Detto questo, lui è molto contento di restare al Parma. La società non voleva liberarlo già a gennaio“. Lo svedese classe 2000 è sicuramente fra le sorprese più belle di questa prima parte di campionato, dato che per lui – l’anno scorso – in Serie A con l’Atalanta erano arrivate appena tre presenze: “E’ stato un po’ penalizzato dall’eliminazione prematura dei nerazzurri dall’Europa League. La rosa era troppo extra-large per il solo campionato”. Chiosa finale sulle sue qualità tecniche: “Ha grandi qualità tecniche e atletiche. Nel 4-3-3, in questi anni, ha giocato in tutti i ruoli, dalla mezzala all’esterno d’attacco, fino alla prima punta. Per me rende al meglio quando calca la zona centrale del campo”.

Fonte : Sky Sport