Nuovo raid Usa in Iraq, migliaia ai funerali di Soleimani: “Ti vendicheremo”

A meno di 24 ore dal raid Usa che ha provocato la morte del generale iraniano Qassem Soleimani, c’è stato un nuovo raid nel distretto di Taji, a nord di Baghdad. Secondo i media iracheni, nell’attacco sarebbero stati colpiti due mezzi sui quali viaggiavano esponenti delle Forze di mobilitazione popolare (Hashd al-Shaabi), coalizione di milizie sciite filo-iraniane.

In particolare sarebbe rimasto ucciso Shibl alZaidi, leader della Kataib Imam Ali, una delle milizie che compongono la coalizione. In una nota, tuttavia, le Forze di mobilitazione popolare hanno smentito la notizia, sostenendo che le vittime sono medici vicini al gruppo e che nessun esponente della milizia è rimasto ucciso. Ma la coalizione internazionale anti-Isis a guida Usa ha negato di aver eseguito di recente raid aerei sul distretto di Taji. “La coalizione non ha condotto raid aerei vicino Camp Taji (a nord di Baghdad) negli ultimi giorni” ha assicurato un portavoce su Twitter.

Iraq, in migliaia ai funerali del generale Soleimani

Urlando “Morte all’America”, migliaia di persone hanno partecipato oggi a Baghdad ai funerali del generale iraniano Qassem Soleimani e del numero due delle Forze di mobilitazione popolare in Iraq, Abu Mahdi al Muhandis. In testa al corteo funebre il premier iracheno dimissionario, Adel Abdul Mahdi, l’ex premier Nouri al Maliki ed il successore di al Muhandis, capo dell’organizzazione Bard, braccio militare del Consiglio islamico iracheno, Hadi al Amiri.

Attendere un istante: stiamo caricando il video...

Attendere un istante: stiamo caricando il video…

 Secondo l’emittente ‘Press Tv’, il corpo del generale sarà trasferito in Iran dopo le funzioni religiose. Stando all’agenzia di stampa ‘Irna’, l’ambasciatore iraniano in Iraq, Iraj Masjedi, ha rivelato dopo un incontro avuto con il primo ministro, Adel Abdul-Mahdi, che gli iracheni hanno insistito nel voler svolgere i funerali di Soleimani a Baghdad. Masjedi ha precisato che la cerimonia onorerà anche le altre vittime del raid di ieri, incluso Abu Mahdi al-Muhandis, numero due delle Forze di mobilitazione popolare, coalizione di milizie sciite filo-iraniane. Il vice ambasciatore iraniano a Baghdad, Mousa Tabatabaie, ha precisato che cerimonie si terranno anche a Najaf e Kerbala. Il corpo di Soleimani sarà quindi trasferito in Iran.

Le esequie in onore del generale si terranno nella città santa di Mashad, nel nord-est del Paese, e domani mattina a Teheran, alla presenza anche della Guida Suprema Ali Khamenei, come riporta l’agenzia di stampa ‘Mehr’. Il corpo del generale sarà quindi trasferito a Kerman, la città che ha dato i natali a Soleimani.

Iran, il presidente Rohani minaccia: “Vendicheremo Soleimani”

“Il sangue del martire Soleimani sarà vendicato il giorno in cui vedremo la mano malvagia dell’America essere tagliata via per sempre dalla regione”. 

Questa la minaccia di presidente iraniano, Hassan Rohani, nel corso di una visita ai familiari del generale Qassem Soleimani. Gli americani “non si sono resi conto di quale grande errore” hanno fatto. “Vedranno gli effetti di questa azione criminale non solo oggi, ma negli anni a venire”, ha aggiunto Hassan Rohani,”il crimine dell’America rimarrà nella storia tra i più grandi commessi contro il popolo iraniano”.

Fonte : Today