Uncut Gems è entrato nella top ten dei film con più parolacce

Lo abbiamo inserito al settimo posto della nostra classifica dei migliori film del 2019 rimasti inediti in Italia, e adesso una nuova simpatica statistica ci fornisce ulteriori motivi per continuare a parlarvi di Uncut Gems.

Come forse saprete, per rientrare nei limiti del PG-13 ad un film è consentito un solo uso della parola “cazzo”, e generalmente (ma non sempre), già usare il termine due rappresenta un biglietto di prima classe per il rating R limitato. Ma una volta che rientri nel rated-R, tanto vale andare fino in fondo, giusto?

E’ quello che devono aver pensato Adam Sandler e i due fratelli registi, dato che stando a quanto riportato su una pagina specifica di Wikipedia, Uncut Gems ha raggiunto la top 10 dei film col maggior numero di più parolacce di tutti i tempi. Nel corso dei suoi 135 minuti, ci sarebbero ben 408 espressioni volgari e imprecazioni, numero che piazza il film al settimo posto della graduatoria. Una media di 3,02 parolacce al minuto.

Noi che lo abbiamo già visto ammettiamo di non averle contate, ma quantomeno possiamo confermarvi che la parola fuck viene usata parecchie volte.

Ma quali sono gli altri titoli di questa speciale top 10? La produzione A24 avrebbe superato Straight Outta Compton, Alpha Dog e End of Watch, rispettivamente ottavo, nono e decimo. Dalla sesta posizione fino al gradino più alto del podio troviamo due film di Martin Scorsese (Casino alla posizione sei e The Wolf of Wall Street alla posizione 3), Nil by Mouth al quinto posto e Summer of Sam al quarto.

Incredibilmente Fuck – il documentario sulla parola con la F è arrivato solo secondo, con 857 imprecazioni che non sono bastate a superare il primato indiscusso di Swearnet: The Movie, commedia canadese che contiene ben 935 fuck in appena 112 minuti, con una media di 8.35 parolacce al minuto. La media più alta rimane però quella di Fuck – il documentario sulla parola con la F: con soli 93 minuti di durata, ha una cadenza di fuck di ben 9.21 al minuto.

Per altri approfondimenti vi rimandiamo ai complimenti di Daniel Day-Lewis a Adam Sandler.

Fonte : Everyeye