Data center fantastici e dove trovarli

Sfoglia gallery 5 immagini

Uno dei più grandi data center in fase di realizzazione sarà collocato a Ballangen, nel circolo polare artico. Voluto dalla società norvegese Kolos, e acquistato in un secondo momento dalla società canadese Hive Blockchain, il data center ospiterà talmente tanti server da richiedere oltre 1.000 megawatt di potenza e occuperà un’area di circa 600mila metri quadrati. Il data center sfrutterà le bassissime temperature della zona per mantenere controllato il calore dei server e sarà interamente alimentato da energia proveniente da fonti rinnovabili. Microsoft ha scelto di installare un data center sul fondo del mare al largo della Scozia, vicino alle isole Orkney. Project Natick, questo è il nome dell’operazione di Microsoft per l’installazione del data center che sfrutterebbe le basse temperature dell’acqua circostante per mantenersi refrigerato e, grazie a delle turbine, attingerebbe dal moto ondoso e dalle correnti marine l’energia necessaria per alimentarsi. A differenza dei data center incontrati finora, Spicca nel mezzo del deserto del Nevada, a due passi da Las Vegas, il data center Supernap, il più potente e strategico magazzino di dati degli Stati Uniti. Sorge proprio sopra una dorsale in ​​fibra ottica che fornisce servizi alle società tecnologiche a livello nazionale ed è alimentato al 100% da energia pulita e rinnovabile. Collocato a circa 30 metri nel cuore delle White Mountains, a pochi chilometri da Stoccolma, si trova uno dei data center più particolari al mondo. La sua struttura interna scavata nella roccia e costellata da lastre di vetro e cemento ospita i server di Banhof, un provider di servizi internet svedese che ha scelto questo ex bunker atomico per garantire ai suoi dati una protezione a prova di bomba.


Fonte : Wired