Valentina Persia: “La morte del mio compagno fu un grande dolore. Leo Gullotta mi aiutò molto”

La popolare ‘barzellettiera’ d’Italia Valentina Persia è stata ospite della puntata di ‘Vieni da me’ in onda venerdì 3 gennaio. Nel salotto di Caterina Balivo, la comica romana ha raccontato della sua vita, degli esordi della sua carriera, ma anche della drammatica perdita del compagno Salvo, avvenuta nel 2004. Un dolore grandissimo quello provato da Valentina, affrontato anche grazie all’aiuto del collega e amico Leo Gullotta.

Valentina Persia ricorda il fidanzato Salvo e l’aiuto di Leo Gullotta

Dopo la scomparsa del compagno Salvo, la carriera di Valentina Persia ha subito uno stop: “Ero dubbiosa se tornare in televisione, il dolore è stato tantissimo”, ha confidato a Caterina Balivo: “Lui però mi diceva di non fermarmi perché amava vedermi tra le gente che sorrideva di me. Pingitore mi spinse a riprendere la televisione”. Per questo la comica si è detta molto grata nei confronti di Leo Gullotta che seppe starle vicina in un momento così delicato: “Mi prendeva per il braccio, mi aiutava, mi parlava in catanese come il mio Salvo. Devo molto a lui”, ha confidato.

La morte del fidanzato di Valentina Persia

Valentina Persia, madre di due gemelli nati nel 2015, in un’intervista di qualche tempo fa parlò del dolore per la perdita del fidanzato: “Sono single perché così sono andate le cose. Ho avuto delle parentesi piuttosto dolorose nella mia vita, poiché ho subìto un abbandono. Ho perso, purtroppo, il mio compagno, che è morto prematuramente. Il destino ha fatto il suo corso e mi ha portato dove sono ora. Ho avuto l’amore per quattro splendidi anni. Ho amato tantissimo e sono stata amata, e sono contenta di questo”.

Fonte : Today