AstroSamantha spiega le ragioni dell’addio all’Aeronautica Militare

Come comunicato sul profilo Twitter ufficiale dell’Aeronautica Militare, Samantha Cristoforetti si è ufficialmente congedata dal Corpo. L’addio, avvenuto dopo 19 anni di ferma obbligatoria, è stato accompagnato dalla tradizionale cerimonia del saluto alla bandiera del reparto, che si è svolta a Istrana, nel trevigiano, dove ha sede il 51esimo Stormo. L’astronauta ha spiegato su Twitter di aver maturato la propria decisione a causa di un disaccordo con i vertici dell’Aeronautica militare, che è stato espresso alla Forza armata nelle sedi competenti.

Le precisazioni di Samantha Cristoforetti

Su Twitter, AstroSamantha ha chiarito ulteriormente le ragioni della sua scelta, anche per precisare alcune notizie riportate dalla stampa. Nelle quattro pagine che accompagnano il suo tweet, l’astronauta spiega che richiedere la cessazione del servizio era sua facoltà da quando aveva concluso i propri obblighi di ferma lo scorso settembre. “Avevo informato i vertici dell’Aeronautica militare già all’inizio del 2019 sul fatto che avrei riflettuto sull’opportunità o meno di continuare la doppia dipendenza da Esa e dalla Forza armata, resa possibile dalla legge”, prosegue Cristoforetti. “Dal 2009 sono impiegata in Esa e da Esa percepisco lo stipendio. Negli ultimi 10 l’appartenenza all’Aeronautica ha avuto un valore simbolico e affettivo”.

Il congedo dall’Aeronautica Militare

Samantha Cristoforetti ribadisce di non aver agito in alcun modo alle spalle dei vertici dell’Aeronautica militare: le Superiori Autorità erano perfettamente a conoscenza del suo desiderio di non lasciare l’Esa. Per svolgere i corsi necessari all’avanzamento a Ufficiale Superiore, la cosmonauta avrebbe dovuto interrompere per svariati mesi le proprie attività: di fronte a questa eventualità ha preferito rinunciare di propria volontà all’avanzamento nel grado. AstroSamantha precisa che la decisione di congedarsi dall’Aeronautica Militare non ha nulla a che fare con il desiderio di cambiare mestiere: “Continuo ad essere un’astronauta dell’Agenzia Spaziale Europea e conto di tornare presto nello spazio”. Sottolinea, inoltre, di non sentirsi “oggetto di discriminazioni di genere” e di aver avuto “il massimo supporto da parte della delegazione italiana alla Ministeriale Esa, tanto che l’Italia ha ottenuto l’impiego per un secondo volo per me entro qualche anno”. Le motivazioni dell’addio vanno ricercate solo in un non meglio precisato “disaccordo per alcune situazioni”, che l’ha spinta a congedarsi per coerenza e serenità. Cristoforetti ha concluso il tweet ringraziando tutti gli uomini e le donne dell’Aeronautica ed esprimendo il proprio orgoglio per essere stata una loro collega. 

Samantha Cristoforetti ha lasciato l’...

Samantha Cristoforetti ha lasciato l’...


Fonte : Sky Tg24