Microsoft, Xbox Serie X tra le novità tecnologiche più attese del 2020

Quando si parla di aziende tecnologiche, non si riesce a essere sempre all’altezza della propria reputazione. In questo caso però, i prossimi dodici mesi appaiono entusiasmanti per Microsoft, almeno secondo Digital Trends che definisce l’azienda di Redmond come una delle realtà più interessanti da seguire nel corso del 2020. Ecco le novità più attese per quest’anno.

La nuova generazione del videogioco: Xbox

È stata presentata ufficialmente solo una manciata di settimane fa, ma per mettere mano sulla prossima Xbox (il cui modello di punta sarà denominato Series X) bisogna avere pazienza. Come spesso accade nel mercato dei videogiochi, la nuova console sarà in vendita attorno a Natale 2020, fase di punta nelle vendite di hardware legate all’intrattenimento. Precedentemente nota con il nome in codice Scarlett, la prossima Xbox sarà in competizione diretta con la PlayStation 5 per dividersi quella crescente fascia di persone appassionate che cercano le prestazioni migliori per esplorare mondi digitali sempre più elaborati e fotorealistici, come Red Dead Redemption 2 oppure Death Stranding. Secondo le prime dichiarazioni, la potenza di calcolo della prossima Xbox sarà quattro volte quella dell’attuale Xbox One X, supporterà immagini a 4K e 8K, e avrà una frequenza di 60 Fps (frame per secondo), fino a 120 Fps, una caratteristica fondamentale per chi gioca perché garantisce immagini fluide anche in fasi di azioni concitate. La scelta di Microsoft dà nuova linfa all’hardware da salotto: in questo momento storico in cui si parla sempre più spesso di videogiochi via streaming, svelare una console di fascia alta e dalle prestazioni elevate è un’ottima strategia per dimostrare che c’è ancora spazio per un prodotto dedicato esclusivamente ai videogiochi. Comunque, per non tagliare fuori nessuna opzione, nel 2020 prenderà vita anche il servizio dell’azienda di Redmond per lo streaming dei videogiochi denominato xCloud. 

Doppio schermo, la versione di Microsoft: Surface Duo

Dopo che Samsung ha rotto il ghiaccio sul mercato portando per la prima volta uno smartphone con schermo pieghevole, la corsa è ufficialmente iniziata. Al momento stanno partecipando il Motorola Razr e il Huawei Mate X, ognuno con le proprie peculiarità, ma è Microsoft a differenziarsi maggiormente, dando così la propria interpretazione e proponendo il Surface Duo tra le novità del 2020. Si tratta di uno smartphone Android che si apre a libro e con due display da 5,6 pollici ciascuno che si uniscono all’occorrenza in un unico schermo da 8,3 pollici. Sebbene si tratti di una tecnologia molto diversa dalle altre marche, questa proposta potrebbe soddisfare quello stesso bisogno di avere con sé uno schermo ampio senza rinunciare alla portabilità. 

Il tablet che diventa laptop: Surface Neo

La seconda novità che propone l’uso del doppio schermo è il Surface Neo, una versione ibrida tra laptop e tablet che reinventa il computer ultraportatile in modo innovativo. Il device è composto da due schermi da 9 pollici ciascuno, uniti da una cerniera che può ruotare a 360 gradi. Non sono ancora note tutte le caratteristiche tecniche del Surface Neo – presentato come prototipo circa tre mesi fa e previsto per la fine del 2020 –, ma si tratta di un dispositivo in grado di adeguarsi a diverse esigenze, in particolare per chi lavora in mobilità, anche grazie all’integrazione con gli accessori inclusi (tastiera e penna). Se è vero che uno dei due schermi può essere usato come una tastiera digitale, come già accade su tutti i tablet, la possibilità di usare una tastiera fisica risulta una soluzione fondamentale per chi scrive numerose email o lunghi documenti in viaggio. Inoltre, quando la tastiera fisica è in uso, lo schermo si adatta automaticamente alla nuova disposizione e mostra una barra di opzioni touch personalizzabile. 

Surface Earbuds per l’audio wireless

Previsti inizialmente per la fine del 2019, in primavera arriveranno i nuovi Surface Earbuds, la risposta di Microsoft agli auricolari Apple AirPods. Dal design circolare, hanno già diviso l’opinione pubblica tra chi ama la nuova simmetria e chi sente la mancanza della stanghetta bianca. Con otto ore di utilizzo per una singola ricarica – sia come periferica per ascoltare la musica, sia come auricolare dotato di microfono per le telefonate – i Surface Earbuds hanno una superficie touch che riconosce anche le gesture per poter gestire le applicazioni senza guardare lo schermo dello smartphone. Grazie alla custodia, si potranno effettuare due ricariche complete aggiuntive prima di dover collegare gli auricolari alla corrente: questo si traduce in ventiquattr’ore complete di utilizzo e rende questi dispositivi particolarmente adatti a chi cerca un prodotto di facile gestione. Il prezzo di listino sarà 249 dollari. 

Surface Hub 2X: collaborazione del futuro

Certo non si tratta di un prodotto alla portata di chiunque, ma il Surface Hub affascina tutti. Viene definito come una lavagna interattiva per aziende e consiste in un computer integrato all’interno di uno schermo touch da 50 pollici e 4K di risoluzione. Grazie alla telecamera e alla penna, Surface Hub diventa la piattaforma perfetta per una collaborazione tra team in presenza e anche in remoto. Anche se il Surface Hub 2S è uscito a metà 2019 (a 9mila dollari), nel 2020 dovrebbe uscire il modello Surface Hub 2X con il sistema operativo Windows 10X in grado di gestire anche 4 schermi affiancati, come ipotizzato da Windows Central. 

Microsoft 365 Life: Office diventa un abbonamento 

Nome in codice Alta: il servizio ad abbonamento Microsoft 365 Life arriverà questa primavera, come riportato da ZDNet. La suite Office si trasformerà quindi da prodotto a servizio, e il pacchetto proposto in Microsoft 365 Life si arricchirà anche di un gestore di password – ormai fondamentale per la gestione della sicurezza online – e di altre funzionalità per la famiglia o per i team a seconda dell’abbonamento sottoscritto. Per quanto riguarda i prezzi, si parla di una versione da 70 dollari all’anno per l’opzione Home e da 100 dollari all’anno per l’opzione Personal.

Rumors: Surface Book 3 e webcam

Sebbene non ci siano stati ancora annunci ufficiali, il 2020 di Microsoft potrebbe avere ancora molte novità in serbo per chi è alla ricerca di tecnologia e innovazione. TechRadar si aspetta un rinnovo della linea Surface Book, il laptop che – pur avendo lo schermo che ruota su se stesso per trasformarsi in un tablet – non rinuncia alla potenza e che si posiziona nella stessa fascia del MacBook Pro. Il Surface Book 3 sostituirebbe la seconda generazione, in vendita dal 2017. 

Anche le webcam marchiate Surface dovrebbero finalmente essere commercializzate, dopo due anni di ipotesi e voci di corridoio. Non resta che aspettare.

Fonte : Sky Tg24