Chi è Rebel Wilson

Ecco cosa sapere della comica, attrice e sceneggiatrice Rebel Wilson, una delle interpreti più amate di Hollywood

Nata il 2 marzo 1980, Rebel Wilson è una celebre comica australiana. Nel corso degli anni ha aggiunto specializzazioni al proprio curriculum, affermandosi come attrice e sceneggiatrice. È oggi uno dei personaggi più amati e al tempo stesso discussi del panorama americano. È nata e cresciuta a Sydney, insieme con Liberty, Riot e Anarchy, fratelli e sorelle. I primi due hanno avuto il loro momento di celebrità grazie alla prima edizione di “The Amazing Race Australia”. Rebel sembrava invece destinata agli studi e magari a una carriera da avvocato. Ha studiato presso l’Università del Nuovo Galles del Sud, specializzandosi in leggi e arti. L’esperienza che però di fatto le ha cambiato la vita è stata quella di ambasciatrice della gioventù per l’Australia. Ciò le ha consentito di vivere in Africa per un intero anno. È qui che ha contratto la malaria, per la quale ha seriamente rischiato di morire.

Durante la malattia ha sofferto di allucinazioni e una di queste è di fatto divenuta una vera e propria ossessione. Rebel ha infatti visto sé sul palco degli Oscar, premiata come vincitrice. Ciò l’ha spinta a perseguire una carriera da attrice. Ha lasciato l’Australia e si è trasferita in America, sorprendendo tutti i propri cari. Un grosso rischio, che però ha infine dato i propri frutti.

I primi passi

In Australia aveva accumulato un po’ d’esperienza, ma nulla che potesse prepararla a Hollywood. Aveva lavorato presso la Sydney Theatre Company, esibendosi anche al Melbourne Comedy Festival. Il pubblico australiano ha iniziato a conoscerla principalmente grazie a “The Westie Monologues”, un musical da lei scritto, interpretato e prodotto.

Tutto cambia dopo essere giunta in America. Firma il suo primo contratto con un’agenzia e ottiene un ruolo nell’acclamata commedia “Le amiche della sposa”. È il 2011 e la pellicola di Paul Feig la lancia ufficialmente nel mondo dello spettacolo. In quattro anni ottiene un enorme successo, recitando in “Tre uomini e una pecora”, “The Wedding Party”, “Che cosa aspettarsi quando si aspetta”, “Notte al museo – Il segreto del faraone”, ma soprattutto “Pitch Perfect 2”. Ha modo di confrontarsi con attori e attrici importanti, da Dakota Johnson a Mark Wahlberg, fino a Ben Stiller. Nel 2019 giunge al cinema con il suo ruolo più importante, quello in “Non è romantico?”. È l’assoluta protagonista e offre al pubblico una commedia romantica al di fuori di ogni schema. Un titolo particolarmente apprezzato, che la vede al fianco di Liam Hemsworth. È presente inoltre in Cats, discusso adattamento del celebre musical, e in “Jojo Rabbit”, che vede Taika Waititi fornire un punto di vista assolutamente originale sul periodo nazista.

Curiosità

Per molto tempo Rebel Wilson ha preferito non parlare della propria età nelle interviste rilasciate. Ciò ha scatenato una vera e propria caccia allo scoop, fin quando la sua data di nascita non è infine stata pubblicata da una rivista. Ciò ha confermato come l’attrice avesse mentito sui propri anni, spiegando in seguito d’averlo fatto perché a Hollywood l’età di una donna è una questione molto seria e delicata.

I fan si sono però alquanto risentiti in altre due circostanze. Hanno infatti scoperto, grazie alla stessa rivista, il suo vero nome: Melanie Elizabeth Bownds. Ciò ha inoltre svelato una lontana parentela con Walt Disney. Questi era infatti sposato con Lillian Disney, al tempo Bownds, pro zia dell’attrice. A queste polemiche si aggiunge inoltre una mini bufera social, scatenata da una sua dichiarazione. Rebel, parlando di “Non è romantico?”, si era definita la prima attrice “plus size” a ottenere un ruolo da protagonista in una commedia. Ciò ha portato molti utenti a sottolineare come avesse di fatto ignorato svariate interpreti afroamericane. Polemica mal gestita dall’attrice, che ha iniziato a bloccare numerosi utenti, scatenando l’hashtag: “RebelWilsonBlockedMe”. Un duro colpo per la sua immagine, dal quale sarà di certo in grado di riprendersi.

Fonte : Sky Tg24