[SPOILER] Star Wars: L’Ascesa di Skywalker scioglie un dubbio legato a Il Risveglio della Forza

Nel corso delle sue recenti interviste, in particolar modo quelle concesse dopo l’uscita del film, il co-sceneggiatore Chris Terrio ha confermato che un passaggio di Star Wars: L’Ascesa di Skywalker è servito a sciogliere definitivamente il dubbio su un passaggio de Il Risveglio della Forza.

Stiamo parlando della scena del primo film della trilogia sequel in cui Rey, all’interno del palazzo di Maz Kanata, viene attirata dalla spada laser di Luke Skywalker e toccandola ha una visione degli eventi passati che riguardano il maestro Jedi così come del suo abbandono dai genitori (il cui mistero verrà rivelato nell’ultimo film). Quasi al termine di questa visione udivamo poi distintamente le parole “Questi sono i tuoi primi passi…” pronunciate da una voce. L’ipotesi che si trattasse di Obi-Wan Kenobi è stata confermata in Star Wars: L’Ascesa di Skywalker, nel segmento in cui Rey, pronta allo scontro finale con l’Imperatore Palpatine redivivo viene aiutata da tutti i Jedi che vivono in lei; qui la stessa voce di Obi-Wan Kenobi pronuncia una frase leggermente diversa: “Questi sono i tuoi passi finali“.

Già nelle precedenti dichiarazioni, Terrio ha discusso di quando lui e J.J. Abrams stavano pianificando il ritorno come “presenze vocali” degli Jedi già apparsi nei precedenti film, tra gli altri abbiamo sentito le voci di Qui-Gon Jinn (Liam Neeson), Mace Windu (Samuel L. Jackson) e Anakin Skywalker (Hayden Chrsitensen), ma di come solamente Luke e Leia Skywalker siano poi effettivamente comparsi alla protagonista in qualità di Fantasmi della Forza: “L’idea di vedere i gemelli insieme sembrava fosse qualcosa di molto commovente per me e J.J. Spiritualmente non è una folle idea che tutti i Jedi stiano con loro ma sarebbe stato uno shock visivo vedere tutti questi nuovi personaggi su Tatooine che non facevano parte della storia di Rey, Luke e Leia. Si tratta di una domanda giusta da parte dei fan, abbiamo discusso per ore e abbiamo deciso che il momento in cui i Jedi devono essere lì per Rey è quando conta drammaticamente, quando sente le loro voci. Abbiamo pensato che per Rey vedere i suoi due maestri fosse più forte; l’unica ad essere stata addestrata da due Skywalker“.

Intanto, in termini di incassi, Star Wars: L’Ascesa di Skywalker ha racimolato solo in patria 390,6 milioni di dollari, avvicinandolo alla quota di 400 milioni. Una volta superato tale traguardo, diventerà il sesto film del 2019 ad aver raggiunto tale obiettivo. Il totale finora si aggira sugli 800 milioni di dollari in tutto il mondo ed è praticamente certo che riuscirà a sforare la quota del miliardo di dollari a livello globale.

Star Wars: L’Ascesa di Skywalker chiude definitivamente la terza trilogia della saga creata da George Lucas nel 1977. Dopo la trilogia originale e la trilogia prequel in questi anni Star Wars è tornata sulla cresta dell’onda con i tre nuovi film della trilogia sequel, il primo e l’ultimo diretti da J.J. Abrams, con l’intermezzo di Rian Johnson alla regia de Gli Ultimi Jedi.

Fonte : Everyeye