Migranti, l’allarme di Alarm Phone: “Scomparsa una barca con 45 persone, temiamo il peggio”

Si sono perse le notizie di una barca con a bordo 45 persone partita dalla Libia. L’allarme è stato lanciato, su Twitter, da Alarm Phone, la linea telefonica diretta per i migranti nel Mediterraneo. L’ultima notizia dell’imbarcazione risale a 74 ore prima dell’appello della Ong. Nella giornata del 30 gennaio un pescatore aveva riferito all’organizzazione di aver avvistato la barca in pericolo, con il motore in avaria e le onde altissime. Le autorità libiche, però, sono risultate irraggiungibili. “Abbiamo parlato con la guardia costiera, l’autorità in Libia, le organizzazioni internazionali e con il nostro testimone: nessuno sa cosa sia successo a questa barca. Temiamo il peggio, ma speriamo che in qualche modo siano salvi”, riporta Alarm Phone.

La prima notizia arriva attraverso Twitter: “Oggi un pescatore ci ha detto di aver avvistato una barca in pericolo con ca. 45 persone partite dalla Libia 2 giorni fa. Dice che non potevano chiamare soccorsi, che il motore era in avaria e che le onde erano altissime. Ha chiamato le autorità libiche ma erano irraggiungibili”.

L’augurio di Alarm Phone è che “la barca non sia naufragata, che le ca. 45 persone siano ancora vive e che possano essere soccorse. Speriamo di poter festeggiare l’inizio dell’anno con la buona notizia che sono state soccorse o che sono arrivate in Europa, anche se le possibilità sono minime”. La barca, fa sapere sempre Alarm Phone, è stata avvistata l’ultima volta “74 ore fa”, un lasso di tempo aumentato peraltro nella notte.

Anche la Ong Sea Watch commenta su Twitter la notizia: “Il nuovo anno inizia con una imbarcazione scomparsa nel Mediterraneo centrale. Mentre la Sea Watch 3 ha raggiunto l’area di salvataggio, le condizioni meteo sono ancora troppo complicate per le ricerche della barca in avaria con il nostro aereo. Speriamo che le persone a bordo stiano bene e che possano raggiungere la salvezza sulla terraferma”.

Fonte : Fanpage