Salisburgo al primo posto tra le città imperdibili del 2020

Best in Travel redige ogni anno le classifiche con i 10 Paesi, le 10 regioni (al secondo posto di questa top ten spicca l’Italia con le Marche) e le 10 città da visitare assolutamente nel corso del 2020. La Top Ten viene redatta  da esperti della celebre rivista australiana Lonely Planet, che vagliano personalmente  le caratteristiche dei vari luoghi. 

I criteri della scelta – Tra i criteri presi in considerazione per le classifiche, spicca l’attenzione all’ambiente e la sostenibilità, ma altre motivazioni importanti sono gli eventi speciali e gli anniversari in programma nel 2020. Salisburgo, seguita da Washington, Il Cairo e Galway, si posiziona al primo posto. Il 2020 infatti sarà l’anno del centenario del Festival di Salisburgo. Da un secolo, il capoluogo del Land salisburghese, patria di Mozart, è il palcoscenico di opere liriche, concerti di musica classica e spettacoli teatrali e nel 2020 lo sarà in modo particolare, con mostre ed eventi speciali in tutto il centro storico, spettacoli di prosa, letture e concerti mozartiani.

Un festival celeberrimo – E i riflettori sono puntati sul centenario della fondazione di uno dei più conosciuti festival musicali del mondo, quello di Salisburgo, che fu fondato  nel 1920 dallo scrittore Hugo von Hofmannsthal, il regista Max Rheinardt e il compositore Richard Strauss. Per il centenario sarà rappresentato Jedermann opera a sfondo medievale dello stesso Hofmannsthal. Un’altra chicca di questa edizione del Festival sarà  “Grande Teatro Mondiale” (Graeat World Theatre – The Salzburg Festival Centenary) dal 25 aprile al 31 ottobre presso la Neue Residenz. Un appuntamento frutto della cooperazione tra il Museo di Salisburgo e il Festival di Salisburgo, che offre una retrospettiva sulla storia del Festival in questi cento anni di successi. 

Mercatini in uno scenario magico  – Un altro motivo per visitare il Salisburgo e il Salisburghese è sicuramente l’Avvento: già da novembre infatti il capoluogo e tutto il Land si accendono grazie ai tradizionali mercatini che portano lo spirito natalizio direttamente nei cuori dei visitatori. Per le strade risuona l’inno del Natale “Astro del Ciel”, composto proprio a Salisburgo oltre duecento anni fa. Perfetto per una vacanza tra cultura, tradizioni secolari, natura e gastronomia, il Salisburghese è una destinazione green ricca di fascino e storia, ideale per il turismo di coppia e famigliare, in tutti i periodi dell’anno.

Vacanze green – Scegliendo Salisburgo, e il suo centro storico patrimonio dell’Unesco, come punto di partenza, è possibile esplorare il Salisburghese, land incastonato dalle Alpi, che spicca per i suoi paesaggi mozzafiato, la bellezza della sua varietà naturalistica e l’eccellente gastronomia dei tradizionali rifugi di malga. Il Salisburghese vanta la più alta densità di luoghi di interesse turistico in tutta l’Austria. Tra i must da visitare spiccano le cascate di Krimml, le più alte dell’Europa Centrale, e tutto il Parco Nazionale Alti Tauri, l’area protetta più vasta delle Alpi, visitabile in modalità green grazie alla sua pista ciclabile.

Tutti insieme appassionatamente – Chi ama la natura, inoltre, può scegliere di avventurarsi nella grotta ghiacciata di Werfen, la più grande per estensione al mondo; visitare le miniere di sale di Hallein, vicinissime a Salisburgo; oppure lasciarsi sorprendere dalle acque pulite e trasparenti dei 76 laghi del Salzkammergut, autentiche piscine naturali incorniciati dalle Alpi. Chi ama la cultura invece può recarsi al Salzburger Freilichtmuseum a Grossgmain, il museo all’aperto più grande del Salisburghese; o visitare lo Schloss Mirabell dove Julie Andrews insegnava a cantare nel film Tutti insieme appassionatamente.

Per maggiori informazioni: www.salisburghese.com 

 

Fonte : TgCom