Botti di Capodanno: ragazza ferita da un proiettile nel Casertano. Ascoli, morto per spegnere un rogo

La festa di Capodanno finisce in tragedia a Colle San Marco, frazione di Ascoli Piceno, dove un ragazzo di 26 anni è morto in seguito a una caduta. Secondo quanto riferisce l’ANSA, il giovane era intervenuto per spegnere un principio di incendio provocato dal lancio di alcuni fuochi d’artificio, ma è caduto in una zona impervia, precipitando per almeno cinquanta metri. Per lui non c’è stato nulla da fare. I sanitari hanno cercato di rianimarlo senza successo. All’1:50 di notte ne è stato dichiarato il decesso.

Napoli, 48 feriti per i botti di Capodanno

Sono 48 i feriti tra Napoli e provincia durante la notte di San Silvestro, tra questi anche 3 minorenni. Il dato complessivo è in aumento rispetto a quello di Capodanno 2019, quando i feriti tra la città e l’area metropolitana furono 37. Sono 22 i feriti a Napoli città e 26 in provincia. In due casi le ferite sono state causate da una pistola lanciarazzi.

Nessuno dei feriti al momento risulta in gravi condizioni. Tra i primi a giungere negli ospedali di Napoli e provincia dopo la mezzanotte un uomo del Rione Traiano, ferito alla palpebra da un frammento di sasso fatto esplodere da un petardo, ritenuto guaribile in 2 giorni dai medici dell’ospedale San Paolo di Napoli.

Si è recato invece all’ospedale di Pozzuoli un 65enne che ha subito una lieve lacerazione alla mano sinistra, per lui 10 giorni di prognosi, mentre un 67enne di Bacoli ha riportato un’escoriazione al viso nella propria abitazione, guarirà in 7 giorni. Una 43enne di Giugliano in Campania ha invece riportato una ferita al dorso della mano destra, anche per lei 7 giorni di prognosi. Ad Ercolano alcune piante di un giardino hanno preso fuoco a causa di un petardo.

Caserta, diciannovenne ferita da proiettile vagante

Sono tre i feriti in provincia di Caserta nella notte di fine anno. Il caso più grave riguarda una 19enne ricoverata in ospedale ad Aversa con una ferita da arma da fuoco. Ricoverata in codice rosso, non è in pericolo di vita. La giovane, residente ad Aversa, sarebbe stata colpita da un proiettile vagante all’addome mentre era affacciata al balcone della sua abitazione. Altri due incidenti si sono verificati a Maddaloni e a San Nicola la Strada, dove un 24enne e un 58enne sono rimasti feriti maneggiando fuochi d’artificio. Per loro la prognosi è rispettivamente di 15 e di 10 giorni.

Bari, crolla controsoffitto hotel Excelsior durante il veglione di Capodanno: 4 feriti

Quattro persone sono rimaste ferite a Bari a causa del crollo del controsoffitto di una sala dell’Hotel Excelsior, storico albergo non lontano dall’estramurale Capruzzi. L’episodio si è verificato attorno all’1 di notte, mentre era in corso un veglione di Capodanno.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco, pattuglie della Polizia e personale del 118. I feriti, secondo le prime informazioni, non sarebbero in pericolo di vita.

In base a una ricostruzione, all’interno della sala vi erano 100 persone, in attesa della serata danzante: aveva appena terminato di cantare un duo che aveva allietato la cena di Capodanno quando il controsoffitto ha ceduto. Al momento non si conoscono le cause dell’incidente, al vaglio degli inquirenti
 

Roma, tredici feriti per i botti: ci sono anche 4 minori

Tredici persone sono rimaste ferite, di cui 4 minori, a Roma e provincia in seguito all’esplosione di petardi. Il più piccolo tra i feriti ha cinque anni e da Fiumicino è stato trasportato all’ospedale Bambino Gesu’ per una ferita al polpaccio. Il ferito più grave è, invece, un uomo di 36 anni a cui è stata amputata la mano destra in seguito all’esplosione di un petardo durante i festeggiamenti in piazza a Frascati. Altri feriti, sempre per l’esplosione di botti, sono stati trasportati in diversi ospedali della capitale: al Grassi di Ostia un trentatreenne è arrivato con un ferita all’orecchio mentre una donna cinese di 58 anni ha riportato una ferita all’occhio. 

Palermo, cassonetti incendiati dai petardi

I Vigili del fuoco di Palermo sono intervenuti nella notte in una ventina di strade per spegnere l’incendio di cassonetti causato da petardi lanciati. Gli interventi sono avvenuti in diverse zone della città, soprattutto in periferia. Ma non si registrano feriti.

Gli esplode un fuoco d’artificio in mano: perde tutte e cinque le dita

Fonte : Today