50 persone da tenere d’occhio nel 2020

Professoressa universitaria di biologia marina, assistente alla cattedra di anestesia alla Harvard Medical School e astronauta in forze alla Nasa dal 2013, dallo scorso settembre si trova a bordo della Stazione Spaziale Internazionale insieme ad altri due statunitensi, a due russi e al ‘nostro’ Luca Parmitano dell’Agenzia Spaziale Europea. Meir resterà nello Spazio per la maggior parte del 2020, probabilmente fino a metà ottobre (foto: Sergei Savostyanov/Getty Images) Originario della Repubblica di Guinea-Bissau ma con cittadinanza spagnola, il giovanissimo attaccante del Barcellona e della nazionale iberica under-21 diventa maggiorenne a ottobre di quest’anno. Data l’età, finora ha avuto poche occasioni per giocare e mettersi in mostra ai massimi livelli, ma se desse dimostrazione di continuità potrebbe essere – dicono gli opinionisti – il nuovo Lionel Messi. Non è da escludere la sua convocazione per l’Europeo del 2020, che sarà anche il primo della storia a sedi miste senza una Nazione ospitante (foto: Juan Manuel Serrano Arce/Stringer/Getty Images) Imprenditore cinese che, con un patrimonio personale di 13 miliardi di dollari, si colloca al momento al nono posto nella classifica dei più ricchi del Paese. Al momento è il Ceo di ByteDance, l’azienda da 75 miliardi proprietaria – tra le altre cose – del social network per la condivisione di video musicali TikTok, che nonostante sia stata lanciata poco più di tre anni fa ha risalito rapidamente la classifica delle app più scaricate del decennio, raggiungendo la settima posizione assoluta (foto: Gilles Sabrie/Bloomberg/Getty Images) L’attrice e doppiatrice keniota sta rapidamente risalendo la classifica dei favoriti per l’assegnazione degli Oscar 2020 come miglior attrice grazie alla sua interpretazione da protagonista in ‘Noi’ di di Jordan Peele. Al cinema la stiamo vedendo anche in ‘Star Wars: L’ascesa di Skywalker’ (e nei due film precedenti) nei panni di Maz Kanata, a cui ha dato la voce e i movimenti attraverso la ‘performance capture’ (foto: Bryan Bedder/Stringer/Getty Images) La scienziata danese che insegna fisica applicata ad Harward è celebre per aver guidato il team di ricerca che, nel 1999, riuscì a rallentare la velocità della luce fino a 61 km/h, arrivando poi a fermarla completamente nel 2001. È ritenuta tra i principali premi Nobel (finora) mancati, dunque è nelle posizioni alte della classifica dei favoriti nella categoria ‘fisica’ per il 2020. Tra l’altro, nell’ultima edizione dei premi le donne sono state in generale largamente sottorappresentate (foto: Rick Friedman/Getty Images) Il nome è quello della chimica britannica che meriterebbe (eppure non ha mai evuto) gli onori della scoperta del dna, ma in questo caso stiamo parlando del rover marziano che sarà lanciato la prossima estate nell’ambito di una collaborazione tra le agenzie spaziali europea (Esa) e russa (Roscosmos). Una volta arrivato sul suolo marziano, inizierà a cercare tracce di vita passata, comunicando con il satellite Trace Gas Orbiter, già in orbita attorno al Pianeta rosso (foto: Dan Kitwood/Getty Images) Per Expo 2020, che si terrà a Dubai tra il 20 ottobre 2020 e il 10 aprile 2021, si occupa di cooperazione internazionale, sviluppo del business, integrazione e sostenibilità economica. Dopo aver lavorato come startupper, Ceo di aziende locali e portavoce a livello globale di iniziative internazionali, le è stato affidato il ruolo di vice presidente dell’esposizione universale, ossia il più importante incarico a livello operativo (foto: Expo 2020 Dubai) Già vincitore della Palma d’oro al Festival di Cannes 2019 con il suo ‘Parasite’ (‘Gisaenchung’), il regista sudcoreano è considerato la persona da battere per il premio Oscar come miglior film in lingua straniera (che da questa edizione si chiama “miglior film internazionale”). Il suo principale rivale? Secondo la critica, Pedro Almodóvar con il suo lungometraggio ‘Dolor y gloria’, che è stato premiato anche a Cannes. Nel frattempo, Bong Joon-ho può vantare svariate candidature alla 77esima edizione dei Golden Globe (foto: Axelle/Bauer-Griffin/Getty Images) Alle elezioni presidenziali greche in programma a febbraio è la candidata più chiacchierata per il ruolo di Presidente della Repubblica. Il favore dei pronostici deriva in parte dalla volontà dell’attuale primo ministro Kyriakos Mitsotakis di affidare l’incarico a una donna, e soprattutto dalla sua esperienza politica maturata sia come Ministra dell’educazione sia come rappresentante del Paese alla Commissione europea (foto: Alain Nogues/Sygma/Getty Images) Lo scrittore e fumettista britannico, noto fra le altre cose per ‘Watchmen’, ha ambientato nel 2020 un altro dei suoi capolavori: ‘V per Vendetta’. Anche se al momento non risultano in programma grandi eventi celebrativi – che nel caso sarebbero il 5 novembre, giorno dell’atto dimostrativo finale della storia – è plausibile che vedremo spuntare qua e là qualche maschera del cospiratore cattolico inglese Guy Fawkes (foto: Wikimedia Commons) Attrice 76enne, nel 2019 è uscita al cinema con il film di Lulu Wang ‘The Farewell – Una bugia buona’, in cui ha vestito i panni della nonna Nai Nai. La sua performance da non protagonista, in cui ha saputo dare vita magistralmente a un personaggio che ricalca la sua storia di vita personale, potrebbe valerle perlomeno una nomination ai prossimi Oscar: lo scopriremo il prossimo 13 gennaio (foto: Tibrina Hobson/Stringer/Getty Images) Leader del Partito conservatore del Regno Unito, pochi giorni fa ha incassato la più larga maggioranza nella storia del Paese dal 1987 in poi, confermandosi Primo ministro. Nei prossimi mesi dovrà continuare – e forse portare a termine – il travagliatissimo iter della Brexit, al momento calendarizzata per il 31 gennaio. Difficile credere, però, che tutte le difficoltà politiche siano state risolte in un sol colpo (foto: Leon Neal/Getty Images) È co-fondatore e Ceo di Freeda, la media company italiana che racconta storie di donne e inclusione pubblicate per l’Italia, la Spagna e l’America meridionale. Senza un sito né una testata online, ma vivendo solo sui social, la startup è già stata capace di riunire un pubblico di 5 milioni di donne. Dopo aver segnato un milione di euro di fatturato nel primo anno di attività, lo scorso settembre ha completato un round di finanziamento da 16 milioni di dollari (foto: Linkedin) Il regista, sceneggiatore e produttore statunitense è al momento il candidato numero nella corsa al premio Oscar 2020 per il miglior film. Il suo lungometraggio ‘Storia di un matrimonio’ (‘Marriage story’) ha visto impegnati sul set Adam Driver e Scarlett Johansson ed è da tempo favorito dai pronostici, seguito a ruota da ‘The Irishman’ di Martin Scorsese, che è invece molto gettonato per il premio al miglior regista (foto: Frazer Harrison/Getty Images) Non molte persone sanno chi sia, e probabilmente anche nel 2020 non riceverà la notorietà che meriterebbe, e per questo ha senso puntare gli occhi su di lei: astrofisica nordirlandese, nel 1967 ha scoperto la prima stella di neutroni ‘radio pulsar’. Anche se ancora vivente, possiamo essere certi che non riceverà mai un Nobel per la propria scoperta, poiché il premio è già stato assegnato nel 1974 al suo supervisore di allora, senza che lei fosse inclusa nella lista dei vincitori. Due anni fa è stata premiata con 2,3 milioni di dollari (devoluti a donne, minoranze e rifugiati che fanno ricerca scientifica), ma tutto sommato è stata una magra consolazione (foto: Colin McPherson/Getty Images)

Fonte : Wired