Treviso, Lara muore nel sonno a 22 anni: la tragica scoperta dei genitori al risveglio

“Stava bene, non aveva dato alcun segno di malessere, ci sembra impossibile che se ne sia andata così”, non sanno darsi una spiegazione i parenti di Lara Pastrolin, ragazza veneta di 22 anni trovata morta nelle scorse ore nel suo letto dai genitori che erano andati a svegliarla perché non si era ancora alzata. Il dramma lunedì mattina nel casa di famiglia a Maserada sul Piave, in provincia di Treviso, dove aveva sempre vissuto coi genitori. A fare la terribile scoperta è stato il padre Franco che alle 8, non vedendola arrivare per colazione, è andato a svegliarla in camera sua. Inutili per lei i successivi soccorsi medici allertati dai famigliari. I medici del 118 accorsi sul posto hanno solo potuto constatarne il decesso. Oltre ad ambulanza e automedica, sul posto era stato inviato anche un elicottero del Suem che è atterrato poco lontano ma ha dovuto fare rientro senza poter fare nulla.

Una tragedia così dolorosa quanto inattesa visto che non vi erano stati segni premonitori di quello che sarebbe accaduto. Laura era andata a dormire la sera prima normalmente come faceva sempre ma da quel sonno non si è mai più risvegliata. Secondo il medico legale, la ventiduenne è stata vittima di arresto cardiocircolatorio, un malore che l’ha sorpresa nel sono portandosela via per sempre. Al termine dell’ispezione cadaverica era apparso subito evidente che era esclusa la morte violenta. Anche l’autorità giudiziaria, informata dell’accaduto, ha dato per chiara la causa del decesso e non ha disposto l’autopsia. Nelle prossime ore in ospedale saranno svolti alcuni accertamenti per stabilire cosa abbia provocato il malore

La tragedia ha gettato nello sconforto la famiglia della giovane e lasciato incredula l’intera comunità locale dove tutti conoscevano Laura e i genitori. Decine i messaggi di cordoglio tra cui quello del sindaco di Maserada Lamberto Marini che ha espresso profonda tristezza per l’accaduto, aggiungendo che “quando capitano simili tragedie l’unica domanda da porsi è perché abbiano potuto colpire una persona così giovane, in questo caso di appena 22 anni”.

Fonte : Fanpage