Xbox Series X, tutto quello che si sa sulla nuova console Microsoft

Durante l’edizione 2019 di The Game Awards le sorprese non sono mancate. “Sekiro: Shadows Die Twice” è stato premiato come gioco dell’anno, superando il super-favorito “Death Stranding”; “Final Fantasy VII Remake” si è mostrato in un nuovo trailer; Gearbox Software ha presentato Godfall, la prima esclusiva di PlayStation 5; Sony e Sucker Punch hanno svelato che il tanto atteso “Ghost of Tsushima” uscirà durante l’estate 2020 e Vin Diesel ha presentato “Fast & Furious: Crossroads”, un videogioco ispirato all’omonima saga cinematografica che sarà sviluppato da Slightly Mad Studios. La novità più chiacchierata però riguarda il mondo Microsoft. L’azienda di Redmond, infatti, ha approfittato della visibilità mediatica dell’evento per presentare in pompa magna Xbox Series X, la sua nuova console.

Le caratteristiche tecniche di Xbox Series X

Nota finora come “Project Scarlett”, la nuova console si differenzia da tutte le altre macchine da gioco di Microsoft (e anche della concorrenza) per il suo aspetto, del tutto simile a quello di un Pc da gaming. Una somiglianza che non dovrebbe fermarsi al lato estetico, ma estendersi anche all’hardware: l’azienda di Redmond ha anticipato che la console sarà basata sulle architetture Zen 2, Navi e RDNA di nuova generazione di AMD, avrà un SSD proprietario NVMe da 1 TB e un lettore ottico 4K Blue Ray. Inoltre, supporterà il ray tracing con accelerazione hardware, la frequenza di aggiornamento variabile (VRR) e la risoluzione 8K. Grazie alla tecnologia Variable Rate Shading (VRS), gli sviluppatori potranno ridurre notevolmente i tempi di caricamento, sfruttando al massimo la GPU e l’SSD della console. Xbox Series X permetterà di riprodurre i giochi in 4K a 60FPS, con la possibilità di raggiungere i 120 frame rate al secondo. La reattività della console sarà garantita dall’integrazione della tecnologia Auto Low Latency Mode (ALLM) e da diverse nuove funzioni, tra cui il Dynamic Latency Input (DLI). 

La nuova console Xbox Series X (Microsoft)

Cloud e retrocompatibilità

Parlando con GameSpot, Phil Spencer, il capo della divisione Xbox, ha dichiarato che Xbox Series X offrirà una potenza di elaborazione superiore a Xbox One X. Ma le novità non si limiteranno alle componenti hardware e abbracceranno anche alcuni dei servizi che nei prossimi anni porteranno l’industria videoludica in direzioni finora inesplorate. La nuova console di Microsoft, infatti, è stata progettata per sfruttare appieno tutte le potenzialità offerte dal cloud, tecnologia in cui l’azienda di Redmond ha dimostrato di credere molto, come dimostrato da ProjectX Cloud. Oltre a guardare al futuro, Xbox Series X strizzerà l’occhio anche al passato, grazie a una retrocompatibilità estesa non solo ai giochi usciti su Xbox One, ma all’intera libreria delle prime due Xbox.

Il nuovo controller

Nella confezione di Xbox Series X sarà incluso un nuovo controller wireless, compatibile anche con Pc, Xbox One e Windows 10. Sarà dotato di un nuovo tasto dedicato alla condivisione delle schermate e delle clip di gioco, del tutto simile a quello presente sul gamepad di PlayStation 4, e di un D-pad che ricorda quello di cui è dotato il pad Xbox Elite Series 2. 

[embedded content]


Fonte : Sky Tg24