X Factor 2019, le pagelle della finale

Cala il sipario su X Factor 2019 . Una edizione speciale, ricca di sorprese, super ospiti e talenti che sono sbocciati puntata dopo puntata e che ora cammineranno senza la protezione del talent musicale di Sky Uno . Ma saranno sicuramente più forti. Le mie pagelle di XF13 in aggiornamento

Segui la finale in diretta

Lo speciale di X Factor

(@BassoFabrizio)

Ed eccoci alla finale di X Factor 2019. Un viaggio lungo mesi, perché c’è tutta una parte che in televisione non si vede ma senza la quale non ci sarebbe il talent musicale di Sky Uno. Per cui il primo applauso e laurea cum laude va a tutto l’apparato produttivo. E ora il mio voto su questa finale.

ROBBIE WILLIAMS – VOTO 10
Il massimo dei voti da subito perché si è messo in gioco duettando con i quattro finalisti. Non è da tutti, vi assicuro che pochi altri lo avrebbero fatto. E se vogliamo scendere tra gli italiani…beh siamo sotto il dieci per cento nella categoria dei coraggiosi.

ULTIMO – VOTO 8
Da anni in Italia mancava un autore di questo livello. Con una voce calda e seducente. E’ diventato anche un po’ più simpatico. Quindi merito anche al suo staff! Sceglie il singolo Tutto questo sei tu e lo esegue al piano. Poi ci aggiunge un medley che racconta un po’ della sua storia. Nessuna sbavatura.

SIMONE FERRARI – VOTO 9
Ha una Ferrari e dimostra di saperla guidare. In questa finale poi a “girato” da campione del mondo. Per ogni momento, per ogni protagonista ha inventato (che va ben oltre il creare) un motore unico e speciale.

LUIGI ANTONINI – VOTO 9
Uno degli Oscar più ambiti è quello per la regia e Antonini lo ha vinto con un lavoro certosino. Stesso voto anche per la sua squadra che si è mossa all’unisono con lui. Se dovessi pensare a una similudine penso a una grade orchestra sinfonica diretta da una maestro moderno, fresco, curioso e geniale. Il Giovanni Allevi della regia.

MARA MAIONCHI – VOTO 10
Ho il sospetto che abbia scelto di arrivare in finale da disoccupata perché anche gli altri, ogni tanto, devono vincere. E anche se lei, umilmente, dice che c’è chi vince e c’è chi perde e stavolta ha perso…mi sembrava avesse un sorrisino ironico. Da ora tornerà a vincere a burraco.

DAVIDE ROSSI – VOTO 8
Giunto in finale grazie alla caparbietà di Malika, il suo giudice, è stato estromesso al fotofinish. Da domani inizia per lui un’altra stagione della vita. Il suo giudice le ha dato le giuste basi ora tocca a lui giocarsi la partita al meglio.

ALESSANDRO CATTELAN – VOTO 10
Non c’è una situazione che lo metta a disagio. Sa scherzare, sa essere deciso (e decisionista). Per questo ruolo non necessariamente deve essere simpatico ma lui riesce a esserlo sempre. E’ l’unico conduttore all’americana che abbiamo in Italia. Il suo gioco vocale con Sir Robbie Williams lo ha confermato.

MALIKA AYANE – VOTO 9
Un debutto da veterana. Malika si è presentata in punta di tacco e ha attraversato tutto XF13 con la leggiadria e la competenza di una discografica old style. Ogni settimana ha dimostra di sapere leggere l’anima dei suoi ragazzi. E’ dote rara. Super Malika.

PAOLA FOLLI – VOTO 9
Se ricevesse non dico un euro ma un centesimo per ogni consiglio che ha fornito, per ogni sfumatura che ha colto, per ogni parola di incoraggiamento che ha donato, Forbes la porrebbe nella classifica delle dieci persone più ricche al mondo. Quel che è certo è che nella top ten universale della sensibilità

FABRIZIO FERRAGUZZO – VOTO 8
Se la musica ha fatto sempre dei decolli degli di un viaggio interstellare e grazie a lui (e alla sua squadra) che per ogni singolo secondo di programma andato in onda ha saputo leggere e trasmettere la giusta nota.

LOUS AND THE YAKUZA – VOTO 7
Un tocco raffinato, un messagio chiaro di fratellanza, basti vedere il corpo di ballo. Nel 2020 arriverà il suo album Gore e anche questa volta Cattelan ha dimostrato un fiuto speciale per la musica che verrà.

LA SIERRA – VOTO 7
Il loro giudice e mentore Samuel li ha salutati con un ironico hai sbagliato (citazione da Tutti i miei sbagli)…perché molti erano scettici su questa scelta. E il Subsonica incurante dell’aria diffidente ha tirato diritto dietro alle sue idee e alla sua convinzione. Li ha portati sul podio. Ce ne fossero sbagli così.

I TELEVOTANTI – 7
Nella sera più complicata, quella della finale, si sono fatti carico di prendere le decisioni. Ci hanno fatto divertire, a volte ci hanno spiazzato. Non hanno un volte né un nome hanno una responsabilità pazzesca. Il voto, in questo caso, è la media stagionale. Come si fa per le quadre di calcio.

SFERA EBBASTA – 8
E’ stata accolto con diffidenza è uscito da campione. Ha saputo traghettare i suoi ragazzi fino alla finale. Ha mostrato saggezza e moderazione. Lo Sfera giudice di X Factor è un lontanissimo parente del ragazzaccio del rap che ci aspettavamo. Con Sofia ha creato una (potenziale) star.

SAMUEL – VOTO 8
Non è facile il ruolo del saggio. Da lui ci si aspettava la somma di Morgan più quella di Manuel Agnelli. Lui ha dribblato i loro fantasmi e ha portato i Booda allo scontro finale per il titolo facdendo semplicemente e splendidamente se stesso.

SONY MUSIC – VOTO 8
Anche a questo giro la major del presidente Andrea Rosi ha seguito con attenzione i ragazzi che per diventare popstar hanno scelto X Factor. Il vero lavoro di Sony inizia dopo la sigla di chiusura di XF13. E scommetto che come sempre sarà preciso e con un pizzico di follia.

RTL – VOTO 8
L’emittente di Lorenzo Suraci è stata la preziosa cornice on air del talent musicale di Sky Uno. Anche a questo giro è stata complice di un programma che della musica ha fatto una dea.

BOODA – VOTO 8
Sono stato l’elemento più spiazzante di X Factor 2019. Sono arrivati in finale passeggiando nella giungla della musica con la perizia di un esploratore. Vedremo dove li condurrà il vento della savana.

SOFIA TORNANBENE – VOTO 9
Ha 16 anni e un futuro da scrivere. Le pagine vergate a X Factor resteranno nel tempo. Ha detto bene Malika Ayane: non deve sedersi sulle sue certezze ma ogni giorno deve metterle in discussione perché la prefazione diventi un libro, anzi un…audiolibro grande e ricco come una antologia di poesie.

Fonte : Sky Tg24