Case del Comune al gelo, a Villa Gordiani gli anziani si scaldano con il forno della cucina

 

ll forno della cucina acceso già dal mattino. Una stufetta elettrica in camera da letto. Mentre i termosifoni presenti in casa sono gelati. Non funzionano. Così Massimo e Albina, entrambi molto anziani ed invalidi al 100%, provano a riscaldare un minimo la loro abitazione: “Mia moglie sta male ed ha bisogno di una casa calda, ma così non oso immaginare quando spendiamo – spiega Massimo -, entrambi andiamo avanti con la pensione sociale”. Marito e moglie scelgono di non mostrarsi in viso soprattutto per dignità. Una cosa che si stanno vedendo portare via giorno dopo giorno, costretti a vivere al freddo di queste quattro mura. In pieno inverno.

Niente riscaldamenti nelle case del Comune: i soldi per le manutenzioni non bastano, le periferie battono i denti

Come loro sono davvero in tanti gli inquilini di Villa Gordiani costretti al gelo. Ma anche in altre zone della città. Case comunali senza riscaldamento e su cui questi cittadini vorrebbero risposte chiare. “Abbiamo chiamato tutti ma nessuno sembra volerci dare una risposta – racconta Patrizia -, qualche giorno fa ho incontrato due tecnici davanti alla caldaia e sono corsa verso di loro sperando ci dissero conferma dell’accensione. Invece mi hanno detto che sono di una ditta che parteciperà alla gara d’appalto, del 13 dicembre. Una cosa inaudita, in pieno inverno? Vogliamo la verità?”.

Intorno a Patrizia una decina di inquilini che non sa più a chi potersi rivolgere: “Mentre la sindaca sta bella al caldo noi battiamo i denti, in case umide, con anziani e bambini – dice un’inquilina di via Pisino -, vorrei tanto che venisse qui veder la situazione”. “Così si sta giocando con le vite delle persone”, sottolinea un amico di Massimo e Albina.

Fonte : Roma Today