Manchester United-Tottenham, Mourinho: “Accoglienza migliore di quel che mi aspettavo”

L’allenatore del Tottenham parla dopo il ritorno da ex a Old Trafford: “Mi aspettavo un’accoglienza peggiore. La sconfitta? Passo indietro rispetto alle precedenti partite, abbiamo perso contro una squadra che ha gli stessi nostri obiettivi”. Una battuta anche sul gioco di Solskjaer: “Lo United gioca meglio contro avversari che tengono tanto la palla, non hanno paura di difendersi”

“Una bella accoglienza, educata, molto migliore di quella che mi aspettavo”. José Mourinho non usa filtri per raccontare il ritorno a Old Trafford da ex con il suo Tottenham nella sfida della 15^ giornata di Premier League, che ha visto il Manchester United vincere per 2-1 con doppietta di Marcus Rashford e temporaneo pareggio di Dele Alli. Lo Special One non ha nascosto a fine partita i suoi timori di non ricevere una grande ospitalità dai tifosi di una squadra allenata per due anni e mezzo, dall’estate 2016 a dicembre 2018, vincendo un Community Shield, una Coppa di Lega e un’Europa League. “Durante la partita mi aspetto che loro si dimentichino di me, supportando la loro squadra per raggiungere il risultato che vogliono” aveva detto l’allenatore portoghese alla vigilia del match.

“United molto difensivo, giocano meglio contro le grandi”

La serata di Mourinho è iniziata con il piede sbagliato, con l’involontario tackle ai suoi danni del centrocampista dello United Daniel James, franato sullo Special One dopo essere stato atterrato fallosamente dal centrocampista degli Spurs Harry Winks. Se Mou è riuscito però a rimettersi in carreggiata smaltendo il dolore al ginocchio destro, per la sua squadra non si può dire lo stesso. “Siamo partiti bene, poi abbiamo subito gol e poco dopo il pareggio siamo tornati in svantaggio. Così è diventato complicato tornare in parità. Abbiamo fatto un passo indietro rispetto alle partite precedenti contro una squadra che ha gli stessi nostri obiettivi – il commento del portoghese – il primo obiettivo è scalare posizioni in classifica e poi stare tra le prime sei. Le prime quattro erano già lontane e ora lo sono ancora di più. Ho detto ai giocatori che dobbiamo imparare dagli errori e non dobbiamo piangere sul latte versato, dobbiamo far meglio la prossima volta”. Mou esce sconfitto dal confronto con Ole Gunnar Solskjaer, che ne aveva preso il posto in panchina un anno fa, ma non ha risparmiato una piccola frecciata al gioco dello United: “I risultati dello United contro le migliori squadre di questa stagione sono stati buoni. Hanno battuto Chelsea e Leicester, hanno pareggiato contro il Liverpool. Non hanno paura di avere un approccio difensivo. Per loro è più facile affrontare squadre forti, che tengono di più la palla”.

Fonte : Sky Sport