The Irishman è il film dell’anno ai New York Film Critics Circle Awards

Sono stati annunciati nella giornata di mercoledì i vincitori dei New York Film Critics Circle Awards. The Irishman di Martin Scorsese è stato premiato come miglior film del 2019. Per il regista si tratta appena del secondo riconoscimento da parte dell’associazione newyorkese, dopo Quei bravi ragazzi nel 1990.

Per l’ultima fatica di Martin Scorsese, disponibile in streaming su Netflix anche se il regista non vuole che sia guardata su smartphone, si tratta del secondo premio in pochissimi giorni, dopo quello del National Board of Review.

In attesa degli Oscar, dove però la strada sembrerebbe in salita, The Irishman comincia così a raccogliere i frutti della pazienza di Scorsese e di Al Pacino, che avevano iniziato a pensare al film da più di dieci anni, senza riuscire a trovare un finanziatore. Anche a Joe Pesci è andato un New York Film Critics Circle Award, quello per il miglior attore non protagonista.

Tra gli altri vincitori della serata, i fratelli Josh e Benny Sadfie: i due giovani cineasti newyorkesi sono stati premiati per la regia di Uncut Gems. Nelle categorie dedicate alla recitazione, Antonio Banderas (Dolore e Gloria) è il miglior attore protagonista, Lupita Nyong’o (Us) la miglior attrice protagonista, Laura Dern (Storia di un matrimonio) la migliore attrice non protagonista.

Il premio per il miglior film straniero è andato al coreano Parasite, già Palma d’Oro a Cannes, mentre la miglior sceneggiatura è quella di C’era una volta a Hollywood, di Quentin Tarantino. Il sorprendente Dov’è il mio corpo? ha vinto invece nella categoria dell’animazione.

Fonte : Everyeye