Scomparsa di Ylenia Carrisi: ecco che volto avrebbe oggi la figlia di Albano e Romina

Che aspetto avrebbe Ylenia Carrisi se fosse ancora viva? A invecchiare il volto della figlia scomparsa di Albano Carrisi e Romina Power ci ha pensato un programma di invecchiamento utilizzato all’interno delle indagini sugli scomparsi o in quelle per la ricerca di criminali latitanti. L’immagine, mostrata sulla pagina Facebook di Chi l’ha visto, verrà diffusa anche nel corso della puntata del 20 novembre del format condotto da Federica Sciarelli. Per Ylenia Carrisi, suo padre Albano ha richiesto, anni fa, la procedura di riconoscimento di morte presunta, ottenuta nel 2014, ma una parte della sua famiglia resta convinta che la ragazza possa essere ancora viva.

Quando fu vista per l’ultima volta Ylenia, primogenita della coppia d’oro della musica italiana, aveva 23 anni. Erano gli ultimi giorni di dicembre del 1993 quando Ylenia decise di partire per l’America, terra natia del nonno star Tyron Power e meta dell’ultimo viaggio con la famiglia, per trascorrere la fine dell’anno. Ylenia, brillante studentessa, si era allontanata da Cellino San Marco, dove viveva con tutta la famiglia, per il suo periodo sabbatico. La 23enne, infatti, studentessa al college, aveva deciso di interrompere il suo percorso accademico per un anno e aveva progettato di scrivere un libro sui senzatetto.

A incoraggiare quest’esperienza era stata anche la conoscenza di Alexander Masakela, sassofonista sessantenne che la ragazza aveva incontrato a New York. Con l’uomo, la giovanissima studentessa divideva una stanza al Dale Hotel di New Orleans, quando scomparve. In stanza lasciò ticket di viaggio e a macchina fotografica, oggetti che vennero ritrovati in seguito nella casa di Alexander Masakela e rispetto a cui non seppe dare spiegazioni. L’ultima telefonata a casa fu il giorno di capodanno, l’indomani suo padre andò a denunciarne la scomparsa.

Fonte : Fanpage