Gangs of Galicia, su Netflix, è un thriller mediocre

È arrivata su Netflix una nuova serie spagnola. Si intitola Gangs of Galicia ed è un thriller drammatico con protagonisti Clara Lago (L’uomo sul treno) e Tamar Novas (Il caos dopo di te). Questa serie di 7 episodi amplia il catalogo Netflix dedicato ai titoli thriller, generalmente i più amati dal pubblico e propone una storia di criminali, droga, denaro sporco, lotte tra clan, il tutto con un pizzico di romanticismo. Diretta da Roger Gual e scritta da Jorge Guerricaechevarria Gangs of Galicia è pronta a conquistarsi la sua fetta di pubblico su Netflix ma cosa dobbiamo aspettarci da questa serie? Riesce a tenere incollati allo schermo con colpi di scena, azione, suspense come un thriller fatto come si deve dovrebbe fare? 

Prima di svelarvelo buttiamo un occhio alla trama.  

Gangs of Galicia: la trama

Una nuova avvocata si trasferisce nella cittadina di Cambados. Si chiama Ana e non passa certo inosservata. La nota anche Daniel, il figlio di un importante trafficante di droga a capo del clan Padín mentre il padre è in carcere. Dopo essersi fatta le ossa in uno dei migliori studi legali di Madrid, Ana decide di ricominciare da zero a Cambados, mentre cerca di venire a patti con il proprio passato ma la sua nuova vita a Cambados prenderà una pieda decisamente inaspettata. 

Un thriller grossolano che non lascia il segno 

Gangs of Galicia è una serie che commette il grande errore di essere grossolana e questo suo limite strutturale la rende un thriller mediocre e di certo non paragonabile alle numerose serie thriller di grande qualità che siamo abituati a vedere su Netflix. Si tratta di una serie che basa tutto su una trama debole, un po’ caotica e dei personaggi che non riescono a bucare lo schermo, tantomeno a creare un legame con lo spettatore che resta esterno alla storia e va avanti solo per non lasciare la visione a metà. 

È un vero peccato per questo titolo spagnolo da cui ci si aspettava qualcosina in più e che può essere considerato una di quelle serie da mettere di sottofondo per quelle serate in cui non si ha voglia di impegnarsi molto con la mente. Gli episodi scorrono lentamente, i colpi di scena sono prevedibili e perfino l’aspetto romantico della storia non aggiunge molto alla narrazione che resta un ibrido tra una serie crime/thriller e una fiction sentimentale. 

Poco coinvolgente, mediocre e per nulla emozionante, Gangs of Galicia è una serie che lascia molto a desiderare e se cercate un thriller di qualità, guardate altrove. 

Voto: 6

Fonte : Today