Nikon presenta la mirrorless full-frame Z6 III: la fascia media non è più la stessa

Nikon ha presentato oggi l’atteso aggiornamento “mark III” della fotocamera mirrorless medio gamma Z6. La nuova versione della full-frame giapponese è un discreto salto in avanti rispetto a un modello che già si difendeva molto bene nel segmento di appartenenza, cioè le fotocamera semiprofessionali di fascia medio-alta. Nonostante il nome e il “III” che la distingue come terza generazione, la nuova Z6 è infatti una versione ridotta delle fotocamera professionali Z8 e Z9 di Nikon, più che un semplice aggiornamento della Z6 II.
Dalle due ammiraglie, la fotocamera eredita direttamente il processore EXPEED 7, mentre il sensore da 24,5MP è nuovo: è un CMOS “parzialmente stacked”, il primo in assoluto su una fotocamera a lenti intercambiabili. A detta di Nikon garantisce un’elevata fedeltà cromatica, e una gamma dinamica migliorata. 

Sensore e Processore

Il risultato della combinazione sensore-processore, inoltre, è un ragguardevole aumento della rapidità della messa a fuoco e della velocità di scatto. La Nikon Z6 III è infatti capace di scattare raffiche da 120fps in modalità “Pre-scatto Capture” e AF/AE, già vista su Z8 e Z9.  In questa configurazione la macchina registra le immagini per un massimo di un secondo prima e poi per alcuni secondi dopo la pressione del pulsante di scatto. È un meccanismo simile a quello di molti smartphone (l’iPhone lo usa ad esempio per creare le Live Photo) con la differenza che sulla fotocamera il tutto avviene con una qualità d’immagine e di messa a fuoco superiore. A 120fps la registrazione è limitata a JPEG da 10MP, ma scendendo a 60 o 30 frame al secondo si possono registrare immagini JPEG a risoluzione piena e senza crop. A 20 frame al secondo (sempre con otturatore elettronico) si possono salvare le immagini anche in RAW.
A differenza delle Z8 e Z9, la Z6 III è ancora dotata di otturatore meccanico: se attivato, la modalità di raffica arriva a 14 scatti al secondo (RAW + JPEG). 

Nuove aspirazioni per la fascia media

Sulla carta le prestazioni sono ottime per questa fascia, e rendono la Z6 III particolarmente allettante per gli amatori avanzati che vogliano cimentarsi con la fotografia naturalistica o sportiva senza spendere le cifre necessarie per modelli professionali di fascia più alta.
La scelta di alzare il livello della Z6 III è stato dettato dalle dinamiche di mercato. Secondo Nikon la fascia semi-professionale delle mirrorless – in cui la Z6 si scontra con Sony a7 IV, Fujifilm X-T5 e Canon EOS R6 Mark II – è in continua crescita e genera almeno il 60% del fatturato del mercato mirrorless a lenti intercambiabili. 

“Offrire una fotocamera con questo livello di prestazioni, affidabilità e prezzo è una formula vincente per gli utenti che hanno bisogno di una macchina che li aiuti a eccellere in ogni lavoro o attività creativa”, ha spiegato Naoki Onozato, Presidente e CEO di Nikon Inc, confermando le ambizioni dell’azienda. “La Z6 III rappresenta molto di più di un semplice aggiornamento generazionale: è un grande balzo in avanti che stabilirà un concetto completamente nuovo di ciò che una fotocamera di fascia media deve essere in grado di fare.”

Video professionali

Come suggerisce inoltre la definizione ufficiale di “fotocamera ibrida” usata da Nikon, l’altra caratteristica chiave della Z6 III è la versatilità. La nuova macchina è dotata infatti di caratteristiche video che la renderanno particolarmente interessante per tutti gli appassionati e professionisti che non lavorano solo con le foto.
La macchina è in grado di registrare filmati con risoluzione 6K/60p N-RAW e 6K/30p ProRes RAW con salvataggio sulla scheda interna. È presente anche una modalità 4K/60p con sovracampionamento dal 6K e 5.2K a 10-bit in formato Prores 422. Anche la stabilizzazione è stata migliorata con un sistema di riduzione delle vibrazioni di 8.0 stop cui si aggiunge una stabilizzazione elettronica per i video. Completa il quadro il monitor posteriore da più di 2 milioni di punti che si può ruotare completamente sul lato sinistro della fotocamera.
Come sul modello precedente c’è infine un doppio alloggiamento per memory card, con uno slot per CF-Exrpess e uno per SD UHS-II: è una caratteristica fondamentale per le necessità di backup dei professionisti.

Altre caratteristiche degne di nota di Nikon Z6 III:

  • Peso (solo corpo): 750g. 

  • EVF Mirino elettronico da 4000 nit di luminosità massima e 5670k punti e spazio colore DCI-P3

  • AF ultrarapido con tracking dei soggetti fino a -10EV su video e foto

  • Compatibile con battery pack opzionale MB-N14

Prezzo e disponibilità

Le caratteristiche avanzate di Z6 III marcano un netto passo in avanti rispetto al modello precedente, ma anche il prezzo – comprensibilmente – si adatta e sale sensibilmente: si parte da 2999€ per il solo corpo macchina. Nikon Z6 III sarà disponibile in Italia, distribuita da Nital, a partire da 25 giugno: sullo store ufficiale Nikon si può già preordinare con una scheda SDXC da 128GB inclusa nel prezzo. 

Fonte : Repubblica