Blade sta facendo di tutto per finire come un altro film Marvel mai realizzato

Se prima la situazione era comprensibile, fra complicazioni dovute al Covid, scioperi di sceneggiatori e attori, ora però sta quasi diventando un meme: Blade continua a perdere pezzi e sembra abbia tanta voglia di fare la stessa fine di un altro film Marvel, diventato quasi “leggendario”.

Vi avevamo fatto un recap di tutto quello che era successo a Blade dal 2019 a oggi, sottolineando come in 5 anni la situazione fosse solo che peggiorata, e ora senza nemmeno più la scusa degli scioperi.

Ecco perché sembra tanto che Blade ce la stia mettendo tutta per fare la fine di Gambit, lungometraggio Marvel che dal 2009 ha avuto una storia molto più travagliata (e inconcludente a conti fatti) del film con Mahershala Ali. Eppure Blade sta cercando di recuperare terreno.

Pensate che il personaggio era apparso per la prima volta in X-Men le origini: Wolverine con il volto di Taylor Kitsch, anche se avrebbe dovuto interpretarlo Channing Tatum già nei film precedenti senza riuscirci. Proprio Tatum poi era il volto affiancato al progetto (addirittura per cominciare un franchise sul personaggio) iniziando un calvario incredibile che non ha mai portato a niente.

Channing Tatum stesso ha proposto il progetto a diversi registi senza ottenere l’ok, con altri che hanno firmato per dirigerlo abbandonando poi il film: Rupert Wyatt, Doug Liman e Gore Verbinski, con la sceneggiatura che continuava a cambiare e a un certo punto (proprio nel 2019) Channing Tatum stesso che si era proposto per dirigere Gambit. Il film è stato poi cancellato dopo l’acquisizione della Fox da parte di Disney, anche se Channing Tatum forse sarebbe ancora pronto a tornare.

Insomma, la speranza è che Blade non faccia la fine di Gambit, eppure le similitudini iniziano a diventare un po’ troppe. Persino l’avvocato di Mahershala Ali si è lamentato della situazione di Blade.

E secondo voi come andrà a finire? Diteci la vostra nei commenti!

Fonte : Everyeye