Huawei Freebuds 3, gli auricolari intelligenti

Le nuove true wireless Huawei sono un concentrato di tecnologia a un prezzo accessibile, ma danno il massimo solo nell’ecosistema del brand

La guerra tra i brand della telefonia passa anche attraverso gli auricolari true wireless. Gli Huawei Freebuds 3 (179 euro) vanno a fare concorrenza agli Airpods di Apple, sia in termini di forma sia di concept. Abbiamo provato in anteprima gli open-fit con cancellazione del rumore attivo di Huawei, uno dei primi modelli in questo ambito con un sistema audio intelligente, in grado di adeguarsi alle diverse situazioni d’ascolto e basato sul chipset Kirin A1. L’algoritmo di selezione del segnale bluetooth identifica, infatti, le bande di frequenza in relazione ai diversi cambiamenti ambientali ed è in grado d’utilizzare quelle più libere per evitare al minimo le interferenze.

I colori disponibili sono il bianco e il nero lucido, il design arrotondato della custodia è esteticamente piacevole e comodo, con un buon feeling al tatto, aspetto non indifferente quando si parla di oggetti come questi che di solito afferriamo e utilizziamo in movimento nelle situazioni più disparate della giornata. Il case (5,8 cm di diametro) non è abbastanza piccolo da essere posizionato nel taschino più piccolo dei jeans, ottima invece l’ergonomia una volta che gli auricolari sono posizionati nell’orecchio sia dal punto di vista dell’ascolto sia della stabilità.

I tempi di reazione eccellenti, l’ottima stabilità del segnale, oltre alla bassa latenza (fino a 190ms) e alla velocità di ricarica sono i punti a favore delle Freebuds 3, ma il modello trova un reale valore aggiunto se utilizzato all’interno dell’ecosistema Huawei. Un aspetto che dipende a nostro parere dal sistema audio intelligente delle FreeBuds che riesce a offrire il massimo con gli smartphone della casa e non altrimenti, anche se tramite l’app AI Life è possibile ottimizzare l’effetto con tutti gli smartphone Android.

La custodia Freebuds 3 è dotata di funzionalità di ricarica wireless, per un’autonomia dichiarata di 20 ore. Da segnalare il caricatore wireless in omaggio per chi effettua l’acquisto prima del 2 dicembre iscrivendosi all’apposita promo.

Voto: 8

Wired: latenza, stabilità del segnale, ergonomia

Tired: volume delle telefonate non altissimo

Fonte : Wired