Secondo il garante europeo per la privacy, la violazione dei dati personali a fini commerciali o politici è ormai sistematica

Secondo il garante europeo per la privacy, la violazione dei dati personali a fini commerciali o politici è ormai sistematica