A parlare è il maresciallo dei carabinieri Riccardo Casamassima, testimone chiave dell’inchiesta Cucchi bis: “Nell’ottobre 2009 il maresciallo Roberto Mandolini si è presentato in caserma e mi confidò che c’era stato un pasticcio e che un giovane era stato massacrato di botte“.

A parlare è il maresciallo dei carabinieri Riccardo , testimone chiave dell’inchiesta bis: “Nell’ottobre 2009 il maresciallo Roberto Mandolini si è presentato in caserma e mi confidò che c’era stato un pasticcio e che un giovane era stato massacrato di botte“.