Prima prova Maturità 2019: al tototema Elena Ferrante e Saviano tra gli autori più desiderati

L’esame di Maturità 2019 è ormai alle porte: mercoledì 19 giugno si avvicina sempre di più per 500mila maturandi, che già sono alle prese con il tototema della prima prova, quella d’italiano. Quale sarà l’autore che il Miur sceglierà per l’analisi del testo? La paura degli studenti è che ancora una volta la preferenza degli esperti del Ministero cada su uno scrittore della seconda metà del Novecento. Negli ultimi anni i vari Claudio Magris, Umberto Eco, Giorgio Caproni e Giorgio Bassani, avevano lasciato letteralmente a bocca aperta gli studenti, perché difficilmente vengono approfonditi durante l’ultimo anno di scuola. Ma se più che contemporanei fossero proprio nomi attuali e popolari tra i giovani, con cosa preferirebbero cimentarsi i ragazzi alla Maturità 2019Skuola.net lo ha chiesto a 2500 studenti che hanno fantasticato su alcuni personaggi della musica e della letteratura di oggi. E loro risposte sono sorprendenti.

Maturità 2019, per il tototema i cantanti Ultimo e Mahmood

Nella top 3 dei cantanti pop che i maturandi vorrebbero uscissero come autori dell’analisi del testo della prima prova della Maturità 2019 ci sono 2 giovani freschi del successo del Festival di Sanremo. Al primo posto c’è Ultimo, arrivato secondo nell’edizione 2019 della kermesse musicale: il 28% dei maturandi intervistati, più di 1 su 4, vorrebbero trovare un testo del giovane cantautore romano all’interno delle tracce, analizzando “Il ballo delle incertezze” o “Rondini al guinzaglio”. Segue nella classifica di Skuola.net il vincitore Mahmood e chiude il terzetto del tototema Tiziano Ferro, che di recente ha pubblicato il suo ultimo singolo, “Buona (Cattiva) Sorte”, che sta già spopolando sulle radio italiane. Restano fuori dal podio per pochissimo Tommaso Paradiso, frontman dei Thegiornalisti, e Irama.

Saviano e D’Avenia nel tototema della Maturità 2019

Non c’è dubbio, però, che i veri protagonisti dell’analisi del testo siano gli scrittori. In questo caso, se la scelta dovesse ricadere su un contemporaneo, il favorito sarebbe senza ombra di dubbio Roberto Saviano. Il 28% degli intervistati, infatti, vorrebbe analizzare un suo articolo o un estratto di uno dei suoi celebri romanzi, come il celebre “Gomorra”. Segue Alessandro D’Avenia, scrittore ed anche docente, scelto dal 17% dei maturandi interpellati. A pari merito un’altra colonna della letteratura dei nostri giorni: Andrea Camilleri. A quanto pare agli studenti non dispiacerebbe affatto confrontarsi con qualche avventura del suo Commissario Montalbano alla Maturità 2019. La cinquina vincente è chiusa infine da Alessandro Baricco e di Niccolò Ammaniti.

Tra le donne del nuovo millennio, spopola come Elena Ferrante. L’autrice della tetralogia de “L’amica geniale”, complice anche il successo dell’omonima serie tv, conquista i favori del 23% degli studenti. Al secondo posto, indicata dal 18% del campione, troviamo Selvaggia Lucarelli, giornalista, opinionista e anche scrittrice di romanzi, molto vicina alle tematiche del mondo giovanile. Terzo gradino del podio al femminile per la scrittrice di romanzi fantasy Licia Troisi e per la giornalista Lilli Gruber, entrambe all’11%. A chiudere, rispettivamente al quarto e quinto posto, due romanziere decisamente più impegnate: Dacia Maraini e Margaret Mazzantini.