Caso Arata, indagati funzionari Sicilia

11.07
Oltre ad Alberto Tinnirello, dirigente dell’Assessorato regionale siciliano all’Energia,finito ai domiciliari nell’ inchiesta che ha portato in carcere Paolo Arata, ex consulente della Lega, il figlio e gli imprenditori trapanesi Vito e Manlio Nicastri, sono coinvolti una serie di pubblici ufficiali.
Si tratta di Giacomo Causarano,dell’assessorato al Territorio e Ambiente e del funzionario del comune di Calatafimi Angelo Mistretta, accusati di corruzione per l’esercizio delle funzioni.
In atto perquisizioni all’Assessorato.